Campionati italiani di maratona 2016 a Verbania: il 6 novembre i titoli tricolore

Si corre sulle sponde piemontesi del Lago Maggiore.

Mentre l’attenzione di tutto il mondo sarà concentrata sulla celeberrima Maratona di New York, domani, domenica 6 novembre, si assegnano in Italia i titoli tricolore 2016 della specialità. Succederà a Verbania, dove si disputa l’edizione numero 103 del campionato italiano maschile e la numero 37 del campionato di maratona femminile.

Si parte da Verbania Pallanza alle ore 9 e si corre fino a Stresa, dove si fa inversione di marcia per tornare verso il luogo di partenza e completare il percorso di 42,195 km. Lo scenario è meraviglioso, perché è quello del Lago Maggiore. Si disputeranno anche le gare sui 33 e sui 10 km, ma in questo caso il via sarà dato alle ore 9:30.

Saranno oltre 2200 i podisti alla partenza, 300 dei quali di provenienza straniera tra Francia (la più rappresentata con 80 partecipanti), Romania, Germania, Svizzera, Stati Uniti, Cina, Israele e Singapore.

Tra i corridori più attesi ci sono Domenico Ricatti, pugliese dell’Aeronautica, Carmine Buccilli, frusinate dell’Atl. Catone Noceto, Giovanni Grano, molisano della Nuova Atl. Isernia, Ahmed Nasef dell’Atl. Desio, di origine marocchina, ma monzese di adozione, i fratelli Slimani, Benazzouz, che ha vinto il titolo nel 2012 e nel 2015 proprio sul Lago Maggiore, e Kaddour, due volte campione italiano di corsa campestre.

I favoriti sono i keniani Paul Maina Theuri, Nicholas Mulinge e Hillary Kiptoo Maiyo. Il primo ha un record personale di 2h 12’ 13”, gli altri due sono al loro debutto nella maratona. Attenzione anche al marocchino Lahcen Mokraji dell’Atl. Desio con un miglior personale di 2h 12’ 29”.

Nella gara femminile la favorita è la 47enne Claudia Gelsomino dell’Atl. Palzola, vincitrice a Milano nel 2014. La sfidano Paola Salvatori dell’US Roma 83 e la keniana Mary Arenkwony Maiyo con un personal best di 2h 33’ 44”.

Il record del percorso è di 2h 13’ 49” per gli uomini, fissato nel 2011 dall’etiope Dibaba Tola, e di 2h 37’ 17” per le donne, stabilito nel 2013 Zeytuna Mude, anch’ella etiope. La maratona si può seguire in diretta streaming sul sito degli organizzatori (da qui).

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail