Atp Parigi-Bercy 2016: Murray batte Isner in finale in tre set

Lo scozzese festeggia il primato nel ranking mondiale con il trofeo.

Ha dovuto soffrire non poco, ma alla fine ce l’ha fatta a conquistare il trofeo che negli ultimi tre anni era finito nelle mani di Novak Djokovic: Andy Murray ha vinto il Master 1000 di Parigi battendo in finale l’americano John Isner che si consola con l’ingresso tra i primi venti del ranking mondiale.

Da ieri, dopo aver superato la semifinale senza neanche giocare a causa del ritiro di Milos Raonic per infortunio, Murray è il nuovo numero uno al mondo e ora può suggellare il primato anche con un prestigioso titolo.

Ci sono voluti tre set per avere la meglio su un mai domo John Isner, che si è dimostrato un avversario all’altezza della situazione.
Dopo il primo set, vinto da Murray per 6-3, la finale sembrava indirizzata verso il risultato che tutti si aspettavano, invece lo scozzese ha dovuto lottare ancora a lungo prima di offrire al pubblico quel finale che in tanti davano per scontato. Nel secondo parziale, infatti, Isner ha tirato fuori le unghie e ha costretto Murray ad arrivare fino al tie-break, perdendolo 7-4.

Neanche il terzo set è stato semplice, ma lo scozzese è riuscito a non farsi sopraffare dall’emozione e a riprendere in mano il gioco dimostrando a tutti perché ora è il nuovo re del ranking mondiale. Isner si è arreso 6-4 e così Murray ha potuto festeggiare nel migliore dei modi il nuovo traguardo raggiunto.

Questo il risultato finale: Andy Murray b. John Isner 6-3, 6(4)-7(7), 6-4

Per Murray questa è stata la seconda finale consecutiva al torneo di Paris-Bercy, ma l’anno scorso fu sconfitto 6-2, 6-4 da Djokovic. Il serbo questa volta è uscito ai quarti per mano di Marin Cilic che poi in semifinale ha ceduto a Isner.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail