Scherma: Alessio Foconi ha vinto il Trofeo Inalpi 2016, sciabolatori d’oro a Gyor

Primo successo in carriera per il giovane ternano.

Dalla scherma maschile sono arrivate due belle medaglie d’oro oggi. Una dal fioretto, a Torino, l’altra dalla sciabola a squadre, a Gyor (Ungheria).
Per Alessio Foconi è la prima vittoria in carriera in Coppa del Mondo, è che vittoria! Praticamente non poteva desiderare di meglio: l’azzurro ha vinto il Trofeo Inalpi 2016 a Torino, tappa del Grand Prix FIE, battendo nettamente in finale, per 15-7, l’americano Alexander Massialas, argento olimpico a Rio 2016 (dietro Daniele Garozzo).

Foconi, che come vittoria importante conta l’oro ai Giochi Europei di Baku 2015, oggi è partito direttamente dal tabellone principale battendo prima il francese Jeremy Cadot per 15-9, poi ai sedicesimi l’ucraino Andrij Pohrebnjak, di nuovo per 15-9, agli ottavi ha vinto il derby con Giorgio Avola per 15-10, ai quarti ha fatto fuori il russo Timur Safin per 15-10 e in semifinale è stata la volta di Enzo Lefort per 15-9.

Alessio Foconi oro al Trofeo Inalpi 2016

Queste le parole del vincitore Alessio Foconi:

“Sono al settimo cielo. Volevo vincere ed essere riuscito a farlo proprio sulle pedane di Torino è una soddisfazione ancora maggiore. È un momento particolare in cui bisogna lavorare a testa bassa e tirare fuori tutto ciò che si ha in corpo. Il secondo posto del Cairo mi ha motivato e adesso eccomi qui a festeggiare al meglio il prossimo Natale. Devo dire grazie al ct Andrea Cipressa, al mio maestro Fabrizio Romagnoli e al maestro Giulio Tomassini, a cui devo tanto, oltre che all'Aeronautica Militare e al Circolo Scherma Terni”

Per quanto riguarda gli altri azzurri, Andrea Cassarà e Valerio Aspromonte si sono spinti fino ai quarti di finale dove sono stati eliminati rispettivamente dal coreano Kim Hyogon per 15-12 e da Lefort per 15-7. Agli ottavi, oltre ad Avola che ha perso contro Foconi, sono usciti anche Lorenzo Nista, battuto 15-9 da Massialas, e il campione olimpico Daniele Garozzo, sconfitto 15-9 da Lefort.

Ai sedicesimi si è fermata la corsa di Andrea Baldini, battuto 15-10 da Massialas, di Lari, ko 15-10 contro Cheung di Hong Kong, e Luca Simoncelli, sconfitto 15-11 da Lefort. Fuori al primo turno invece Davide Filippi, altra vittima di Massialas per 15-12, Guillaume Bianchi, ko 15-10 contro il russo Komissarov, Marco Autuori, che ha perso 15-9 contro il tedesco Kleibring, Francesco Ingargiola, battuto 15-11 da Avola, Damiano Rosatelli, sconfitto 15-10 da Simoncelli, e Alessandro Paroli, che ha perso 15-12 contro Garozzo. Non hanno superato le qualificazioni Edoardo Luperi, Sebastiano Bicego, Francesco Trani, Filippo Guerra, Alessandro Maci e Tobia Biondo.

Azzurri sciabola a squadre oro a Gyor in Coppa del Mondo

La squadra di sciabola maschile, composta da Luca Curatoli, Enrico Berrè, Luigi Samele e Alberto Pellegrini, ha conquistato l’oro nella tappa di Coppa del Mondo di Gyor sconfiggendo in finale la Corea del Sud per 45-40. Gli azzurri hanno battuto la Georgia per 45-21 negli ottavi, poi la Germania per 45-32 ai quarti e la Russia per 45-41 in semifinale. La Russia ha poi vinto il bronzo battendo per 45-44 la Francia nella finale per il terzo posto.

Il ct Giovanni Sirovich ha commentato:

“È una vittoria fortemente voluta da tutto il gruppo azzurro. Mancava da tempo e ciascuno degli atleti, ma anche tutto lo staff a supporto ha lavorato per tornare sul gradino più alto del podio. Oggi poi è stata davvero una gara ‘simbolo’: abbiamo subìto, poi dovuto rimontare, quindi gestito e in alcune fasi realmente dominato. Sono felice per l'intero gruppo della sciabola azzurra”

  • shares
  • Mail