Lulic rischia 10 turni di squalifica, i precedenti

Senad Lulic rischia ora un lungo stop. Il centrocampista della Lazio, ieri si è espresso con parole pesantissime nei confronti di Antonio Rudiger, difensore della Roma, al termine del derby della capitale perso. “Due anni fa era a Stoccarda a vendere calzini e cinture, oggi fa il fenomeno”, ha detto Lulic del nazionale tedesco. Insomma, a Rudiger è stato dato del venditore ambulante e ora se ne occuperà la procura federale della Figc. Se le sue offese saranno ritenute solamente tali, la pena sarà lieve, ma se ci sarà l’aggiunta dell’intento razzista, per Lulic potrebbero esserci addirittura 10 giornate di squalifica.

Secondo qualcuno, infatti, con le sue parole il calciatore biancoceleste ieri avrebbe violato il "principio di lealtà e correttezza", quindi gli spetterebbe il massimo della pena. Non è da escludere una sorta di dimezzamento, magari con 5 giornate di squalifica e “servizi sociali” a carattere sportivo. Nonostante le scuse arrivate prontamente da parte della Lazio, la giustizia sportiva deciderà assai in fretta e i precedenti non giocano a suo favore.

Alberto Grassi, calciatore dell’Atalanta, fu infatti squalificato per 10 giornate dopo aver dato del "vu' cumprà" ad un avversario durante una partita del campionato Primavera contro il Verona nel 2014.

lulic rudiger squalifica

  • shares
  • Mail