Giudice sportivo: Strootman ha simulato, 2 turni di stop

Serie A - Il giudice sportivo ha sentenziato oggi in merito a quanto accaduto domenica pomeriggio nel derby della capitale: due turni di squalifica per Kevin Strootman, autore di una simulazione, un turno al laziale Cataldi per lo strattone all’olandese.

È accaduto tutto subito dopo il gol del momentaneo 0-1 a favore dei giallorossi: in seguito ad un battibecco tra Rudiger e un dirigente laziale, anche Strootman passava nei pressi della panchina biancoceleste bagnando Cataldi con il contenuto di una bottiglietta. Il calciatore della Lazio, in quel momento in panchina, reagiva tirando da dietro la maglia dell’olandese che si gettava a quel punto a terra fingendo di essere stato colpito da qualcosa alle spalle. Il giudice sportivo scrive infatti che “le immagini televisive, come sopra accennato, consentono di apprezzare, oltre ogni ragionevole dubbio, che la caduta dello Strootman in seguito alla trattenuta è frutto di evidente simulazione da parte del medesimo calciatore”.

Per questo motivo, il giudice sportivo ha comminato a Strootman due giornate di squalifica e una a Cataldi, espulso a sua volta dalla panchina. Un turno di stop anche per Di Gennaro, Pulgar, Ansaldi, Crisetig, Kucka, Rosi e Tomovic. Stando così le cose, dunque, il centrocampista della Roma salterebbe i due big match contro Milan e Juve, ma i giallorossi hanno già preannunciato ricorso. I giallorossi contano addirittura in un annullamento del provvedimento, o quantomeno di uno sconto di un turno, in modo da riavere Strootman per Juve-Roma.

Tra gli altri provvedimenti del giudice sportivo, anche un’ammonizione con diffida per il diesse della Juve, Fabio Paratici, e un’inibizione di una settimana per il vice-presidente Pavel Nedved. Per entrambi, si palra di proteste all’indirizzo del direttore di gara.

strootman simulazione

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail