Benfica-Napoli: tifosa portoghese aggredita fuori dal Da Luz

Il Napoli ha vinto meritatamente a Lisbona e battendo il Benfica tra le mura amiche ha conquistato gli ottavi di finale di Champions League da prima in classifica. Peccato, però, che prima del match ci siano stati episodi di violenza fuori dallo stadio Da Luz. Secondo quanto riferiscono fonti locali, ci sono stati prima del calcio d’inizio di Benfica-Napoli minuti di follia. Per fortuna, non ci sono state conseguenze e la situazione è tornata sotto controllo nel giro di poco tempo.

Mentre una folla di tifosi di casa camminava verso lo stadio Da Luz, tre persone incappucciate, prive di alcun vessillo che ne rendesse riconoscibile la provenienza o il tifo, si sono intrufolate cominciando a menar le mani. Gli obiettivi sono sembrati casuali, sono volati calci e pugni e ad avere la peggio è stata una tifosa del Benfica rimasta per qualche minuto a tessa dolorante, pur senza perdere mai conoscenza.

Altri tifosi della squadra di casa hanno subito preso le difese degli aggrediti e hanno messo in fuga i tre scalmanati. In pochi minuti, l’intervento della polizia locale ha ripristinato l’ordine, ma anche nel pomeriggio c’erano stati attimi di paura. Un piccolo gruppo di tifosi del Napoli, erano stati attaccati per le vie di Lisbona da alcuni sostenitori portoghesi, ma la polizia ha confermato più tardi che non ci sia stato alcuno scontro fisico e che la situazione è tornata alla normalità in breve tempo. Che l’incidente avvenuto prima del calcio d’inizio sia stata una sorta di ritorsione?

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail