Gabigol, parla l'agente: "Via solo per una big"

Sbarcato in estate a Milano come il nuovo “messia del calcio”, Gabriel Barbosa Almeida, in arte Gabigol, è diventato nel giro di poche settimane un vero e proprio oggetto misterioso. Né De Boer, poi Vecchi e infine Pioli gli hanno dato spazio e il suo agente ha più volte confermato che il ragazzo sia assai infastidito da questa situazione. Non si capisce se il centravanti brasiliano sia in ritardo di preparazione, se fatichi ad inserirsi negli schemi della squadra o se ci sia sotto qualche altro motivo mai venuto fuori dalla Pinetina.

Fatto sta che uno dei due acquisti più costosi del mercato estivo nerazzurro (l’altro è l’altrettanto deludente Joao Mario) si è rivelato un vero e proprio flop e ora a gennaio sia il club milanese, sia il calciatore vogliono porre rimedio a questa situazione. La soluzione più probabile è un prestito fino al termine della stagione, ma a quanto pare il suo agente, Wagner Ribeiro, non è propenso a percorrere questa strada:

“L’ho detto perché non è felice - dichiara a FcInter1908.it - . Lui vuole giocare. Il problema è che, fino ad oggi, non è stato valutato né ha giocato. In 16 minuti non si può valutare nessuno. Ma il prestito non va bene. Sarà titolare all’Inter, basta dargli una possibilità”.

Gabigol si considera un top player e quindi di “ridimensionarsi” in provincia non ne ha alcuna intenzione. A questo punto si è ad un bivio: o rimarrà a Milano fino a fine stagione nella speranza che prima o poi trovi spazio, o dovrà essere ceduto ad un club di livello all’estero.

“Gabriel non è uguale a tanti giocatori che si cullano su un buon stipendio. Lui vuole giocare - continua il suo procuratore - , e se non gioca, so che non sarà felice. Vuole essere un idolo, giocare la Champions. Se dovrà partire, sarà per una squadra della stessa dimensione dell’Inter”.

Gabigol inter

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail