Inter, Gabigol è pronto a tornare in Brasile a gennaio

Anche la partita contro il Genoa è finita negli archivi e ancora una volta non c'è stato spazio per il brasiliano Gabigol, rimasto per 90 minuti seduto in panchina. Arrivato per diventare un punto di riferimento nella rinascita nerazzurra, il giovane attaccante brasiliano - medaglia d'oro alle Olimpiadi di Rio - non riesce proprio a scalare le gerarchie interiste e continua a muffire in panchina.

In 80 giorni da calciatore dell'Inter ha giocato per appena 16 minuti sotto la gestione di Frank de Boer, mentre Pioli non gli ha ancora concesso una chance. Nel post partita di Inter-Genoa il tecnico nerazzurro ha spiegato a chiare lettere di non aver fiducia nel giocatore: "Gabigol è uno del gruppo. Sta lavorando, ma io faccio giocare chi mi dà le migliori garanzie. Quando Gabigol mi darà garanzie più degli altri, deciderò di conseguenza". A questo punto sembra sempre più evidente che la dirigenza dell'Inter abbia preso un clamoroso abbaglio quando ha sborsato quasi 30 milioni di euro per acquistarlo dal Santos.

Il mercato si avvicina e l'ipotesi di un prestito è ovviamente quella più calda, nonostante uno stipendio di circa 4,5 milioni di euro netti che si addirebbe più ad un grande campione che ad una giovane promessa appena sbarcata nel vecchio continente. Secondo i brasiliani di GloboEsporte il giocatore avrebbe già avvertito la dirigenza dell'Inter: non accetterà di giocare in prestito in Serie A con squadre che lottano per non retrocedere. Ci sarebbe invece la porta aperta per formazioni di metà classifica come ad esempio Sampdoria e Genoa, anche se l'attaccante preferirebbe tornare in Brasile per giocare in prestito in una squadra di alto livello, magari proprio nel Santos dove è cresciuto calcisticamente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail