WAC 2011: il Campionato del mondo di acrobazia aerea

Nel cuore dell’Umbria, in un’atmosfera tutta barocca e cavalleresca per l’appuntamento annuale della Giostra della Quintana, tra looping, tonneau, viti negative e virate Schneider, dal 31 agosto a ieri 11 settembre 2011, presso l’aeroporto “G. Franceschi” di Foligno (PG) e per la prima volta assoluta in Italia, si è svolto il FAI World Aerobatic Championships, il campionato del mondo di acrobazia aerea. Abbiamo partecipato per voi grazie ad Hamilton, uno degli sponsor della manifestazione, ma soprattutto storico brand americano da sempre legato al volo.

WAC 2011: a Foligno il Campionato del mondo di acrobazia aerea
WAC 2011: a Foligno il Campionato del mondo di acrobazia aerea
WAC 2011: a Foligno il Campionato del mondo di acrobazia aerea
WAC 2011: a Foligno il Campionato del mondo di acrobazia aerea

Sfidandosi in uno sport estremo, entusiasmante e spettacolare, un mix esplosivo di velocità, precisione e abilità, le squadre di 16 Paesi, ma soprattutto 50 tra i migliori piloti al mondo, hanno preso parte alla competizione: Italia, Francia, Germania, Svizzera, Austria, Spagna, Repubblica Ceca, Lituania, Ungheria, Svezia, Russia, USA, Giappone, Australia, Israele e Sud Africa.

L’acrobazia aerea è un misto di tecnica e di arte sia da parte dei piloti che dai progettisti e costruttori degli aeromobili utilizzati per questa specialità sportiva del volo a motore. Sfrutta al limite le forze aerodinamiche prodotte dall’aria sulle ali, sui piani di coda e sulla fusoliera. Aggiungendo forze di inerzia e di gravità, controllando le accelerazioni impresse al velivolo, è possibile eseguire un numero sconfinato di manovre e di sequenze. In generale, infatti, le gare di acrobazia vengono organizzate in differenti categorie in base alla difficoltà delle manovre previste, e anche alla combinazione delle manovre in sequenza. Si comincia con la categoria “Amatori” (o Sportsmen) e si prosegue con le categorie “Intermedia”, “Avanzata” e infine “Illimitata”.

Alle evoluzioni mozzafiato dei Sukhoi Su-26M3, Extra 300S, Cap 232, Edge 540, Sbach 300, S31M, N540JH si è unito lo stupefacente spettacolo non solo per gli amanti dell’aeronautica e gli addetti ai lavori, ma per tutto il pubblico che in questi giorni ha voluto mettere il naso all’insù nei cieli di Foligno, una città che tra l’altro ha il vanto di essere stata la culla dell’industria aeronautica negli anni ’30 e, curiosità, il 26 giugno 1952 l'aeroporto di Foligno fu teatro del primo dirottamento aereo nella storia dell'aviazione su un aereo di linea passeggeri. Atterrò un Douglas DC-3 Dakota delle linee aeree Jugoslave in collegamento tra Zagabria e Pola. A bordo c’erano 27 passeggeri, tra cui 4 membri dell'equipaggio e 3 dirottatori, operai di Zagabria che chiesero asilo politico.

Grande attrazione in aeroporto la presenza di un longevo e ancora possente T-6 Texan, monomotore da addestramento avanzato disegnato nel 1937 e prodotto nel ’42 dalla North American Aviation. Questo, utilizzato durante la seconda guerra mondiale dai piloti Usaf, Us Navy e Raf, fu uno degli aerei di maggior successo della sua categoria, venne impiegato come addestratore e nel dopo guerra come aereo da controllo aereo e attacco leggero.

I WAC 2011 sono stati vinti dal campione russo Mikhail Mamistov a bordo di un aereo Sukhoi Su-26M3 che ha dominato la gara del secondo programma sconosciuto proposto dalla giuria della Federazione Aeronautica Internazionale con un punteggio di 11.924,39 pari al 78,87% del totale assegnabile dalla giuria internazionale, mentre per la categoria femminile la palma d’oro è andata alla russa Svetlana Kapanina (già campionessa per ben sei volte) con 11.657,87 punti (77,10%). La due giorni del 10 e 11 settembre ha visto riaccendersi la competizione con la spettacolare gara dei 4 minuti del programma “Libero integrale”, detto anche “Freestyle”, che prevede figure e sequenze mantenute segrete fino all’ultimo momento ed eseguite sulle ali di un tema musicale di loro scelta sottolineando le incredibili traiettorie con i fumogeni; mentre nel pomeriggio di domenica si è svolto il Gran Gala Internazionale dell’Acrobazia, l’Air Show che ha chiuso l’eccezionale evento di Foligno.

Inviata: Antonella Di Cintio
Foto: Pucket

  • shares
  • Mail