Running: scarpe più pesanti di 100 grammi influiscono sui risultati

Le scarpe incidono sulle prestazioni dei runners? In determinate condizioni sì. È quanto emerge uno studio condotto dai ricercatori dell’Università del Colorado a Boulder. Le prestazioni del running sono legate alle calzature utilizzate: bastano 100 grammi, infatti, per incidere sui risultati che si possono ottenere in allenamento o in una gara.

Per effettuare i loro testi, gli esperti americani hanno reclutato 18 fondisti, che si sono sottoposti a tre prove cronometrate sulla distanza di 3.000 metri. La distanza è stata percorsa su un tapis roulant e nell’arco di tre settimane. Senza che gli atleti sapessero nulla, in due delle tre paia di scarpe fornite per il test, sono state introdotte delle palline di piombo. Le prime calzature avevano il peso normale, le seconde erano più pesanti di 100 grammi, il terzo paio infine di ben 300 grammi.

I ricercatori, a quel punto, hanno misurato il consumo medio di ossigeno e la produzione di anidride carbonica con tutte e tre i diversi tipi di scarpe, per capire quanta energia è stata utilizzata in ciascuna delle tre situazioni. I risultati, hanno confermato che i consumi energetici sono aumentati di circa l’1% con le scarpe appesantite di 100 grammi, con abbassamento del rendimento. In base a questo risultato, è stato ipotizzato che atleti di un certo livello, con scarpe più leggere potrebbero migliorare le proprie prestazioni su un percorso di maratona di ben 57 secondi.

In ogni caso, una scarpa più leggera non è sempre sinonimo di corsa migliore o più veloce. La differenza la fanno come sempre la comodità, ma anche il tipo di suola e la capacità di drenaggio in base ai percorsi che vanno affrontati.

running scarpe

  • shares
  • Mail