Nove Colli 2017, la regina delle granfondo

La manifestazione romagnola è il più antico appuntamento del granfondismo nazionale

Dal 1971 a oggi la Nove Colli ha scritto un pezzo importante del granfondismo nazionale. Innanzitutto ne ha posto le basi, successivamente lo ha fatto diventare un evento di portata internazionale e, nel corso degli anni, ha attirato molti ex professionisti che hanno lasciato il loro nome nell’albo d’oro, da Fabiana Luperini a Raimondas Rumsas, da Simona Parente a Fabio Sacchi.

Uno pensa Romagna e si immagina il mare e le dolci colline dell’entroterra, ma se decide di attaccarsi il numero di gara alla Nove Colli deve essere pronto ad affrontare una delle granfondo più impegnative d’Italia.

I numeri del percorso lungo parlano da soli: 205 km, 9 colli, 89 km di salita, 3840 metri di dislivello e una pendenza massima del 18%. Polenta, Pieve di Rivoschio, Ciola, Barbotto, Monte Tiffi, Perticara, Monte Pugliano, Passo delle Siepi e Gorolo sono le nove asperità che si affrontano nell’anello con partenza e arrivo a Cesenatico.

Consideriamo che nel 2017 si correrà domenica 21 maggio e, quindi, sarà meglio avere già messo nelle gambe almeno 2500-3000 km se non si vorrà soffrire troppo sulle salite romagnole.

Il percorso medio si svolge su un tracciato di 131 km, con 4 colli (Polenta, Pieve di Rivoschio, Ciola e Barbotto), 50 km e 1870 metri di dislivello da superare.

La manifestazione è aperta a tutti i tesserati F.C.I. e agli Enti di Promozione Sportiva che hanno sottoscritto la convenzione con la F.C.I. per l’anno 2017, in possesso di idoneità medico sportiva per la pratica del ciclismo agonistico e ai cicloamatori stranieri in possesso di licenza UCI valida per l’anno 2017, rilasciata dalla propria Federazione Ciclistica Nazionale, e previa presentazione della certificazione etica in lingua inglese e certificato di idoneità redatto secondo il Modello E, scaricabile nella sezione Downloads nel sito Nove Colli. I soggetti stranieri che non siano in possesso della licenza UCI, dovranno presentare, all’atto dell’iscrizione, un certificato medico che attesti lo stato di idoneità alla partecipazione ad una manifestazione sportiva ciclistica agonistica. Tale certificato deve non essere antecedente di oltre un anno rispetto alla data di iscrizione alla manifestazione.

La quota di iscrizione è di 75 euro fino al raggiungimento dei 9mila pettorali disponibili. Per tutti gli eventuali ripescaggi la quota sarà di 100 euro.

Per ulteriori informazioni e per le iscrizioni si può consultare il sito della Nove Colli.

  • shares
  • Mail