Stryd 2.0: il nuovo misuratore di potenza per il running

A pochi mesi dal lancio della prima generazione, per Stryd è già il momento dell’evoluzione. Stiamo parlando di un powermeter, ossia un misuratore di potenza assai utile per i runners. Potrebbe essere tra le idee regalo last minute per il Natale con un prezzo che si aggira intorno alle 200 euro.

Per chi ancora non conoscesse questo prodotto, si tratta di un dispositivo evoluto che consente di misurare la potenza dei runners analizzando l’efficienza della corsa, mettendo in evidenza il massimale e sostanzialmente guidando gli atleti verso allenamenti mirati in modo da aumentare il rendimento.

In questa seconda generazione di Stryd sono state risolte sostanzialmente alcune criticità. Con i primi dispositivi, infatti, si era costretti all’utilizzo della fascia cardio, ma ora non più. Ormai quasi tutti i Gps per il running vengono realizzati con sensori per la rilevazione del battito cardiaco da polso e in questo aspetto, dunque, Stryd ha fatto un importante passo avanti. Per certi versi si è tornati “all’antica”, poiché il dispositivo ora è quasi più un “pedometro”.

In questo caso, però, ad essere misurata non è la distanza, bensì la potenza utilizzata. Il prodotto si presenta sostanzialmente come una piccola clip che misura 30 x 40 mm e ha uno spessore di 10 mm. Si aggancia semplicemente alle stringhe delle scarpe e registra i dati dei propri allenamenti inviandoli via blouetooth allo smart watch oppure all’app dedicata da installare su smartphone.

  • shares
  • Mail