Tennis, Race to Foro: gli Internazionali d’Italia 2017 aperti a tutti

Già dal 27 dicembre cominciano le qualificazioni per chiunque abbia una tessera FIT.

Dagli 884 giocatori del 2011 agli oltre 9mila del 2016 il progetto delle pre-qualificazioni agli Internazionali d’Italia ha raccolto un grande successo, ma per il 2017 punta a battere ogni record: per l’edizione 2017, infatti, i tornei di pre-qualificazione partono dalle province e sono aperti a chiunque abbia una tessera FIT, dunque anche ai non classificati. Già dalla prossima settimana sono in programma i primi tornei provinciali, in particolare il 27 dicembre a Verbania, in Piemonte, e in due città toscane, Firenze e Siena.

Anche in America si fa la stessa cosa per gli US Open, ma lì gli iscritti sono stati cinque volte di meno rispetto all’Italia, nonostante il nostro Paese sia molto più piccolo. Ovviamente l’aiuto viene dal regolamento, molto permissivo, ma anche da fatto che la FIT può contare su più di 313mila tesserati in totale e tra di loro sono circa 98mila gli agonisti. Inoltre sul nostro territorio si svolgono numerosi tornei, più di 6.700.

Gli Internazionali BNL d’Italia - «Race to Foro», dunque, partono già da questi ultimi giorni di dicembre per tutti coloro che sognano di potersi ritrovare a maggio a Roma, a giocare sulla terra rossa del Foro Italico, magari accanto al campo in cui si allenano i “big” come Andy Murray e Novak Djokovic, i grandi rivali delle passate edizioni (e molto probabilmente anche della prossima). È senza dubbio un’esperienza che un appassionato di tennis non deve farsi scappare, soprattutto chi crede nel proprio potenziale. In fondo l’idea è nata dall’obiettivo della Federtennis di creare nuovi grandi campioni, ovviamente cominciando dal basso.

Internazionali di Tennis - Race to Foro 2017 FIT

  • shares
  • Mail