La settimana perfetta del runner

Chi ha già preso confidenza con il running, deve cominciare a pensare a programmi con cadenza settimanale per abbandonare le sessioni “improvvisate”. Il portale 'Runnersworld.it', ha pubblicato in proposito alcuni consigli: correre in base al tempo a disposizione o all’umore, va bene per i runner alle “prime armi”, ma se si vuole migliorare ed evitare infortuni, meglio seguire una tabella prestabilita.

Innanzitutto, la settimana del runner deve prevedere una corsa lunga per migliorare la resistenza, una corsa su percorso collinare per aumentare la forza e una sessione in compagnia per avere più voglia a “rifarlo”. Chi vuole correre sempre più forte, non può non prevedere un allenamento veloce.

La settimana ideale prevede l’alternanza di corsa e riposo: correre un giorno sì e uno no, consente al fisico di recuperare meglio, dando una mano importante a piedi e ginocchia. È bene concentrare le corse lunghe e lente nei fine settimana, mentre durante la settimana sono preferibili le colline e i percorsi in compagnia. Gli allenamenti veloci devono essere preceduti e seguiti da un giorno di riposo.

Nei giorni in cui non si corre, non è consigliabile praticare altri sport impegnativi, ma le attività fisiche che rigenerano corpo e mente sono ben accette.
Per mantenere alte le motivazioni, è consigliabile mantenere la stessa tabella settimana dopo settimana, ma cambiando percorsi o compagni di allenamento. Chi ha in calendario una gara oppure vuole raggiungere nuovi traguardi personali, è bene che alterni settimane facili con un solo allenamento mirato a settimane più impegnative.

running settimana runner

  • shares
  • Mail