Coppa Italia Volley 2017: la finale è Lube Civitanova-Trento, ma che semifinali!

Incredibile spettacolo all'Unipol Arena di Casalcchio di Reno (Bologna).

Ore 21:15 - La Diatec Trentino raggiunge la Cucine Lube Civitanova in finale di Coppa Italia grazie alla vittoria al tie-break contro i detentori del trofeo dell’Azimut Modena, che dunque non potranno difenderlo. Anche il match tra le due squadre gialloblù è stato infinito e avvincente come quello precedente tra le due squadre biancorosse e i ragazzi di Angelo Lorenzetti hanno vinto solo al tie-break.

Nel primo set Modena ha provato a scappare portandosi sul +3 in due occasioni (10-7 e 14-11), ma è stata raggiunta sul 15-15 e Trento ha ingaggiato una lotta punto a punto che è durata fino ai vantaggi. Ngapeth ha guadagnato un primo set-point per Modena, ma Petric lo ha annullato sbagliando il servizio, poi Giannelli ne ha ottenuto uno per Trento con un muro vincente, anche questo cancellato da Ngapeth. Dopo un errore al servizio di Massari, Ngapeth ha annullato anche il secondo set-point di Trento e dopo una serie di scampi straordinari è stato proprio Monsier Magique a ottenere un set-point per Modena. Urnaut ha attaccato out, inizialmente sembrava che ci fosse un tocco a muro di vettori, ma il Video Check ha evidenziato che la palla è uscita da sola e dunque Modena si è assicurata il primo parziale per 28-26.

Nel secondo set è stata Trento a provare più volte a staccare i gialli, operandosi avanti fino al +4 (17-13), ma Modena ha impattato con un ace di Ngapeth sul 22-22. Trento ha guadagnato un primo set-point sul 24-23, ma è stato cancellato così come gli altri quattro successivi. Quando Ngapeth ha sbagliato il servizio sul 28-28, Trento è finalmente riuscita a sfruttare il sesto set-point con un muro vincente di Van de Voorde per il 30-28 e dunque l’1-1 nel conto dei set.

Nel terzo set Modena ha praticamente dominato per gran parte del parziale, tanto da portarsi sul +7 (11-18), ma Trento non ha mai completamente mollato, tanto da riuscire a riportarsi a -1 (22-23). Ci ha pensato capitan Petric a trovare due palle-set e Ngapeth ha trasformato la prima per il 25-22.

Il quarto set è stata un’altra lunga maratona. Le squadre hanno lottato punto a punto per la maggior parte del tempo. Solo sul 17-14 Trento ha provato a staccare gli avversari, ma senza successo. Nel finale Modena ha avuto due match-point sul 24-23 e sul 25-24, ma non è riuscita a sfruttarli e Trento ha fallito tre set-point prima di chiudere sul 30-28 con un ace di Giannelli dopo un punto di Stokr.

Nel tie-break Modena ha trovato il break sulle prime battute ed è arrivata al cambio campo sul +2 (8-6). Alla ripresa del gioco Trento ha subito pareggiato grazie ai muri di Van de Voorde, è seguita l’ennesima lotta punto a punto fino a quando un errore al servizio di Modena ha regalato il match-point a Trento e un errore in attacco di Petric ha permesso ai ragazzi di Lorenzetti di vincere la semifinale e volare in finale contro la Lube Civitanova.

Questo il risultato finale della seconda semifinale:
Diatec Trentino - Azimut Modena 3-2 (26-28, 30-28, 22-25, 30-28, 15-13)

Domani seguiremo la finalissima dalle ore 17:30 in diretta su Blogo.

Lube Civitanova batte Piacenza 3-2


Ore 17:55 - La Cucine Lube Civitanova è la prima finalista della Del Monte Coppa Italia 2017 di SuperLega grazie al successo in una incredibile semifinale contro la LPR Piacenza.
Più avvincente di così non poteva essere: un match dai continui capovolgimenti di fronte, di cinque set uno diverso dall’altro e con cambi repentini nel corso del tie-break. Entrambe le squadre hanno avuto alti e bassi, ma lo spettacolo all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno non è mai mancato.

Nel primo set è stato tutto fin troppo facile per la Lube Civitanova, contro una Piacenza praticamente mai entrata in partita per tutto il parziale. I marchigiani sono volati subito via 9-5 e a nulla è servito il time-out chiesto da Giuliani. Alla fine i ragazzi di Chicco Blengini hanno avuto ben 13 palle-set, solo una annullata da un errore in battuta di Kovar prima del 25-12 finale firmato da Sokolov.

Nel secondo set la Lube è andata di nuovo avanti fino al 7-3 e Giuliani ha fermato il gioco. Questa volta i suoi giocatori hanno reagito e punto dopo punto si sono riavvicinati agli avversari, pareggiando sul 14-14 e poi sorpassandoli andando infine a conquistare il set 25-23.

Nel terzo set di nuovo un dominio della Lube che ha staccato Piacenza sul 12-8 e poi è volata via 20-13 e infine ha chiuso con un ampio distacco 25-15.

Il quarto set è stato molto equilibrato. La Lube ha provato più volte ad allungare (10-8, poi 17-14), ma è stata sempre raggiunta da Piacenza, che, trascinata dai suoi cubani, si è portata sul 20-23. Civitanova è riuscita a pareggiare, ma Piacenza ha trovato una prima palla-set annullata da un ace di Juantorena. Dopo un time-out chiesto da Giuliani, lo stesso Juantorena ha sbagliato la battuta, mentre Piacenza, con un ace di Cottarelli (cambio azzeccatissimo) ha chiuso sul 26-24 trascinando i campioni d’inverno al tie-break.

Il tie-break è stato il perfetto riassunto del match: prima Piacenza è andata avanti +3, poi la Lube l’ha raggiunta e superata al cambio campo (8-7), dopo un nuovo pareggio sul 9-9, la Lube, anche grazie a un ace di Christenson, è andata sul +2, la LPR ha commesso troppi errori e alla fine i marchigiani hanno ottenuto due palle-match. Il primo match-point sembrava essersi concretizzato a causa di un attacco out di Hernandez, ma c’era un tocco di Christenson e così la Lube ha dovuto rifare tutto. Blengini ha chiamato il time-out, anche per innervosire Hirrezuelo al servizio, che infatti alla ripresa del gioco ha sbagliato la battuta regalando il punto decisivo alla Lube (controllato anche al video check).

Questo il risultato finale della prima semifinale:
Cucine Lube Civitanova - LPR Piacenza 3-2 (25-12, 22-25, 25-15, 24-26, 15-13)

A breve comincia la seconda semifinale tra la Diatec Trentino e l’Azimut Modena. Vi aggiorneremo con il risultato alla fine del match.

Foto © Lega Volley

  • shares
  • Mail