Carpi: la favola di Carletti, dalla terza categoria alla B

In dieci mesi il centravanti di Castori ha scalato otto categorie

Carpi - Il calcio sa regalare ancora intense emozioni e storie di vita che non ti aspetti. Come la favola di Cristian Carletti, centravanti del Carpi che dieci mesi fa giocava in terza categoria e ora si trova a lottare in Serie B per un posto promozione nel massimo campionato italiano. Non è un record, ma si tratta comunque di una grande impresa: da giugno del 2016 al gennaio del 2017, Carletti è passato dal più basso campionato organizzato dalla Figc prima alla Serie D, poi alla B.

E dire che il ragazzo poco più di un anno fa aveva deciso di dire basta. Cresciuto nelle giovanili della Cremonese, Carletti sperava in una convocazione con la prima squadra che però non è mai arrivata. Così ha chiesto e ottenuto la rescissione di contratto ed ha deciso di andare a giocare per divertirsi nell’Ariete, formazione di terza categoria lombarda nella quale militavano già alcuni amici.

Dopo aver messo a segno 18 gol in 27 partite, a marzo Carletti viene chiamato dalla Pergolettese, club che lo fa allenare senza però tesserarlo fino all’estate successiva. Con il club di Serie D mette a segno 7 gol nella prima parte del campionato, così arriva l'opportunità del Carpi di Castori. Una vera e propria favola che ricorda quelle di altri campioni del recente passato. Basti pensare allo juventino (poi viola) Torricelli, o ancora all’ex Lazio Liverani, ma anche i campioni del Mondo Luca Toni e Fabio Grosso.

cristian carletti carpi

  • shares
  • Mail