Nuovo stadio della Roma bocciato dal Campidoglio

"Progetto definitivo risulta non idoneo"

Il Nuovo stadio della Roma non s’ha da fare. È questo il parere dell’amministrazione comunale capitolina guidata da Virginia Raggi. Dopo il no alle Olimpiadi, dunque, il Comune blocca, almeno per ora, il progetto che prevede la costruzione dello stadio di proprietà per la squadra di James Pallotta. La notizia era nell’aria da alcuni giorni, ma proprio oggi, la giunta comunale ha inviato comunicazione ufficiale alla Regione Lazio. Ecco la nota stampa ufficiale:

"In data odierna - recita il comunicato della Regione Lazio - , l'Amministrazione comunale di Roma Capitale ha consegnato alla Regione Lazio le valutazioni sul progetto dello 'Stadio della Roma'. Il parere unico di Roma Capitale sul progetto definitivo dello Stadio della Roma è non favorevole".

Le osservazioni sollevate da parte del Campidoglio sono di varia natura. A preoccupare la Raggi e la sua amministrazione, criticità relative alla sicurezza stradale e idraulica nella zona di Tor di Valle, dove dovrebbe sorgere il nuovo stadio della Roma. E ancora, dubbi relativi alla carenza di parcheggi, che potrebbe creare problemi alla viabilità, criticità sul trasporto pubblico e infine carenza documentale. Dopo aver esaminato la documentazione fornita dalla società della Roma al Campidoglio, dunque, “il progetto definitivo in questione risulta non idoneo”.

Il prossimo step, dunque, potrebbe prevedere un rilancio da parte della società giallorossa, che dovrebbe trovare le soluzioni adatte a risolvere le criticità sollevate dall’amministrazione comunale. Questo parere negativo, comunque, dilaterà con ogni probabilità i tempi di realizzazione, qualora ci fosse più in là l’ok all’opera. Possibili nuovi incontri in Campidoglio tra esponenti del club capitolino e la giunta Raggi.

  • shares
  • Mail