Milano-Torino: pista ciclabile fra le due città entro il 2020

I due capoluoghi si doteranno di un percorso di 82 km che, percorrendo il Canale Cavour, farà da relai a quelle preesistenti nelle due Città Metropolitane

pista-ciclabile-4.jpg

Entro il 2020 Milano e Torino saranno unite da una lunga pista ciclabile. Negli scorsi giorni le due Città Metropolitane hanno firmato un accordo per dotarsi, entro tre anni, di un percorso di 82 chilometri che servirà da relai fra le piste ciclabili preesistenti nella parte nord orientale del capoluogo torinese e nella parte occidentale del capoluogo lombardo.

La pista seguirà il Canale Cavour e il punto di partenza sarà tra Chivasso e Crescentino, dove si aggancerà all’itinerario “padano” di VenTo, la pista ciclabile che unirà Torino a Venezia.

Da lì la nuova via ciclabile raggiungerà Galliate, quindi Turbigo e si innesterà alla pista ciclabile proveniente da Sesto Calende che imboccherà i Navigli per raggiungere il centro di Milano.

A sottoscrivere il protocollo d’intesa sono stati la Regione Piemonte, le province di Vercelli e Novara, i proprietari dei parchi del Ticino, del Po, della Collina torinese e del Lago Maggiore, la Coutenza del Canale Cavour e il Consorzio ovest e il Consorzio est.

Il progetto della pista ciclabile è stato affidato all’ingegner Luigi Spina che ha già realizzato tutte le piste ciclabili della provincia torinese e alcune di quelle cittadine.

Le risorse necessarie per portare a termine l’opera sono stimate in 25 milioni di euro e la fine dei lavori è prevista gli ultimi mesi del 2020.

Foto | Pixabay

  • shares
  • Mail