Mondiali Sci Alpino 2017 a St. Moritz: Goggia 7a nelle prove di discesa

Le prove degli uomini condizionate dalla nebbia e poi cancellate.

La prima giornata senza gare dei Mondiali di Sci alpino 2017 a Sankt Moritz è stata dedicata alle prove di Discesa libera, dopo che quelle di lunedì’ 6 erano state entrambe cancellate. Gli uomini si sono potuti poi allenare martedì e le donne mercoledì, mentre oggi soltanto le ragazze sono riuscite a portare a termine le prove, perché per i ragazzi ci sono state delle interruzioni a causa della nebbia e alla fine si è deciso di annullare tutto.

Per quanto riguarda le prove femminili, la migliore è stata Ilka Stuhec, la slovena che è leader della classifica di specialità in Coppa del Mondo. Dietro di lei, che ha registrato un tempo di 1:33.37, si sono piazzate la svizzera Fabienne Suter, a +0.53, e l’austriaca Christine Scheyer, a +0.80, mentre l’americana Lindsey Vonn ha ottenuto il quarto tempo (+0.82). La migliore delle azzurre è stata Sofia Goggia, a +1.15 da Stuhec, molto più lontane le altre: Elena Fanchini ha ottenuto il 18° tempo a +2.11, Elena Curtoni e Federica Brignone il 30° a +2.71, Verena Stuffer il 44° a +3.55, Marta Bassino il 46° a +3.85 e infine Johanna Schnarf il 52° a +4.70.

Sofia Goggia ha commentato così la sua prova di oggi:

“La neve di oggi si addiceva meglio alle mie caratteristiche e con il passare dei giorni diventerà sempre più liscia e dura, quindi sono fiduciosa per le prossime gare. Ho ormai digerito la delusione per il Super G, ma è stata una digestione lunga e faticosa. Ho pensato a cosa mi ha fatto presentare in quel modo al cancelletto e lo sto risolvendo. Darò tutto per fare la combinata al meglio. In più la prova di discesa sarà un'ulteriore prova in vista della discesa di domenica. Non ho particolari aspettative per la combinata, soprattutto perché lo slalom è sempre un terno al lotto”

Nella prova maschile, invece, soltanto in pochi sono riusciti a scendere prima che gli organizzatori decidessero di cancellarla a causa della nebbia, ma tra quei pochi c’erano re azzurri: Peter Fill, Dominik Paris e Mattia Casse. Il migliore è stato l’austriaco Vincent Kriechmayr con un tempo di 1:40.31 davanti allo svizzero Beat Feuz (+1.30) e all’altro Matthias Mayer (+1.34), mentre il canadese neo-campione del mondo in Super G Erik Guay era a +1.41. Fill ha ottenuto il 13° tempo (+1.88) e Paris il 26° (+3.59) davanti a Mattia Casse, 27°. Tuttavia sono dati che non servono a nulla, perché gli sciatori sono scesi in condizioni diverse, per esempio quando è sceso Kriechmayr c’era il sole, mentre altri sono scesi con la nebbia e dopo lunghe interruzioni. La decisione definitiva di cancellare la prova è arrivata dopo circa tre ore di attesa.

Dominik Paris ha comunque commentato la prova:

“Ho sbagliato un po' nella parte alta ma niente di particolare. Ho tirato abbastanza e non va. La pista mi piace ma non riesco a essere veloce. Ma non significa molto. Anche Santa Caterina non mi piaceva ma ho fatto podio. Qui bisogna sempre vedere come sarà il tempo, perché cambia molto le condizioni”

Anche Peter Fill ha detto la sua:

“Sabato è un'altra giornata e speriamo che vada meglio. Cerco di raccogliere l'atmosfera perché mi carica un po'. Spero di essere in grado sabato di mostrare quello che riesco a fare in discesa”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail