Inghilterra: 13 calciatori positivi ai test anti-droga dal 2012 al 2016

L’identità tenuta segreta dalla Football Association

Inghilterra - Tredici calciatori professionisti sono stati fermati dalla FA, la Football Association, anche se la loro identità viene mantenuta segreta. Secondo quanto riferisce la stampa britannica, i giocatori sarebbero risultati positivi a cocaina ed ecstasy. I test sono stati effettuati tra il 2012 e il 2016 e la federclacio inglese rappresenta uno dei pochi organi sportivi che sottopone i propri tesserati a test contro le cosiddette “droghe ricreative”.

Secondo i dati forniti dalla stessa FA, nella stagione passata sono risultati positivi in tutto tre calciatori, mentre nel campionato 2014-2015 i casi di positività riscontrati sono stati ben sei. L’anno precedente ancora (stagione 2013-2014), invece, i giocatori positivi dopo i controlli sono stati tre. La scorsa settimana è diventata di dominio pubblico la positività dell’attaccante Saido Berahino, trasferitosi dal West Bromwich allo Stoke City nel mercato di gennaio. Il 23enne attaccante del Burundi è stato di conseguenza fermato per 2 mesi.

La Football Association ha dichiarato da tempo guerra alle “droghe ricreative” con test continuativi sui propri tesserati. L’obiettivo della federcalcio inglese è quello di arrivare a 5.000 test stagionali entro il 2018.

berainho premier league inghilterra

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail