Pescara: torna Zeman, progetto biennale

Superate le prime titubanze: manca solo l'ufficialità

Zdenek Zeman è il nuovo allenatore del Pescara: manca solo l’ufficialità, ma come riferito da Sky Sport, il tecnico avrebbe superato le titubanze di ieri. Sostituisce Massimo Oddo, allontanato dalla dirigenza abruzzese “per togliere l’alibi ai calciatori”. Zeman ritorna in biancazzurro dopo l’addio del maggio del 2012, al termine della positiva stagione di Serie B culminata con la promozione in Serie A.

L’incontro decisivo tra l’allenatore e il presidente Sebastiani è avvenuto stamane a Roma: Zeman avrebbe accettato un contratto di un anno e mezzo. A meno di sorprese, dunque, l’esperto tecnico che in passato si è seduto anche su panchine prestigiose, rimarrà a Pescara fino al 30 giugno del 2018. L’obiettivo è quello di provare a salvare la squadra dalla retrocessione, ma nel caso in cui l’impresa quasi impossibile non riuscisse, Zeman ripartirà l’anno prossimo con un nuovo progetto che avrà l’obiettivo dell’immediata risalita in Serie A.

A Pescara, Zeman guadagnerà 100mila euro fino al termine dell’attuale stagione, poi 400mila euro, bonus inclusi, per la stagione 2017-2018. Il nuovo tecnico sarà in panchina già contro il Genoa domenica prossima alle ore 15. Assieme a lui hanno firmato per il club abruzzese anche i suoi collaboratori storici: Vincenzo Cangelosi e Giacomo Modica. Zeman torna in Serie A dopo l’esperienza con il Lugano: in Svizzera si è salvato all’ultima giornata per un punto nel 2016, perdendo la finale di Coppa di lega.

zeman pescara

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail