Bebe Vio torna in pedana e conquista l’oro vincendo la finale 15-1!

L’azzurra, come sempre, ha dominato la prova della sua categoria in Coppa del Mondo.

Bebe Vio oro a Eger in Coppa del Mondo

Bebe Vio non ha rivali. Come nella vita è insuperabile in forza di volontà e simpatia, così in pedana non c’è nessuno che riesca a batterla. L’azzurra, dopo una settimana ricca di impegni, è tornata in pedana, a Eger, in Ungheria, per la prova di Coppa del Mondo di scherma paralimpica e ha dominato nel torneo di fioretto femminile di categoria B.

Ha vinto come sempre lasciando poco e nulla alle avversarie: in quattro assalti, dai quarti di finale alla finale per l’oro, ha subìto soltanto dodici stoccate (contro le 60 messe a segno) e il meglio di sé lo ha dato proprio nell’ultimo atto in cui ha stracciato l’ucraina Tetiana Pozniak addirittura per 15-1.

In precedenza aveva battuto la portacolori di Hong Kong, Nga Ting Tong, per 15-3, poi nei quarti la bielorussa Kristsina Fiaklistava per 15-3 e in semifinale la georgiana Ima Khetsuriani per 15-5.

Il successo di Eger corona la stupenda settimana di Bebe Vio che nei giorni scorsi ha festeggiato il prestigioso Laureus Award a Montecarlo, dove peraltro è stata la più richiesta dagli altri sportivi per i selfie, da Usain Bolt a Nico Rosberg.

L’Italia in Ungheria festeggia anche la bellissima medaglia di bronzo di Andreea Mogos nella gara di fioretto femminile, categoria A. L'atleta torinese ha vinto contro la russa Tatiana Gureeva per 15-6, poi contro Pui Shan Fan di Hong Kong per 15-12, e ha perso solo in semifinale contro l’ungherese padrona di casa Zsuzsanna Krajnyak per 15-9.

Nella scherma olimpica, invece, oggi si è disputata la prova individuale di sciabola femminile ad Atene e la migliore delle azzurre è stata Rossella Gregoio che si è fermata solo ai quarti di finale, battuta 15-12 dall'ungherese Anna Marton che ha poi vinto l’oro.

  • shares
  • Mail