Verso Porto-Juventus: per Marchisio sarà panchina

Allegri conferma il 4-2-3-1: il 'Principino' sacrificato a centrocampo

A due giorni da Porto-Juventus, gara di andata degli ottavi di Champions League, Massimiliano Allegri ha davvero pochi dubbi di formazione. Negli ultimi giorni a Vinovo il gruppo si è allenato a ranghi completi, ma dei reduci da infortuni o contrattempi, l’unico recuperato a tempo pieno è Miralem Pjanic. Il rientro del bosniaco impone una scelta dolorosa al tecnico toscano: confermato il 4-2-3-1, in mediana c’è posto solo per due e l’ex Roma è favorito assieme a Sami Khedira. Per l’ennesima volta nelle ultime settimane, dunque, in caso di abbondanza, Allegri preferisce lasciare in panchina il ‘Principino’, che dopo l’infortunio non ha ancora recuperato al 100% la condizione fisica.

Per il resto della formazione, Allegri non ha praticamente dubbi: Buffon giocherà tra i pali, mentre in difesa Lichtsteiner si riprenderà il posto di terzino destro, Alex Sandro quello di cursore sinistro. Dani Alves si accomoderà ancora in panchina, mentre al centro nessun dubbio sulla coppia Bonucci-Rugani. L’insidia per l’ex Empoli è solo rappresentata da Benatia, poiché Barzagli e Chiellini, che si allenano con i compagni da due giorni, non saranno rischiati. Rientreranno con calma per evitare ricadute considerata l’ormai frequente propensione all’infortunio da parte di entrambi.

Nessun dubbio sul reparto avanzato: Higuain sarà ancora una volta il terminale offensivo dei penta-campioni d’Italia, mentre alle sue spalle oltre a Dybala si rivedono Mandzukic (fuori per squalifica contro il Palermo) e Cuadrado, entrato solo nel finale del match contro i rosanero. In panchina Marko Pjaca, che non ha convinto nelle due recenti uscite da titolare contro Crotone e Palermo.

porto-juventus marchisio

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail