Scherma, azzurri di bronzo a Vancouver e Atene

Nelle prove a squadre terzo posto per la sciabola femminile e la spada maschile.

Dalla scherma arrivano due medaglie di bronzo per l’Italia, entrambe conquistate nelle prove a squadra. Lo scorso weekend hanno gareggiato infatti le ragazze della sciabola e i ragazzi della spada e in entrambi i casi gli azzurri hanno raggiunto il podio.

Partiamo dalle ragazze, che hanno disputato la tappa di Atene: Irene Vecchi, Rossella Gregorio, Loreta Gulotta e Sofia Ciaragli hanno prima superato la Spagna nell’incontro degli ottavi per 45-22, poi hanno battuto gli Stati Uniti per 45-28 ai quarti, ma in semifinale hanno perso per 45-34 contro la Russia che è poi andata a vincere l’oro per una stoccata, 45-44, contro la Corea del Sud. Le azzurre hanno avuto la possibilità di disputare la finale per il terzo posto contro l’Ucraina e si sono imposte 45-33. Questo è il secondo podio stagionale per la sciabola italiana dopo la vittoria a Orleans nella prima tappa di Coppa del Mondo.

Azzurre della sciabola bronzo ad Atene

Per quanto riguarda i ragazzi della spada, impegnati a Vancouver, Enrico Garozzo, Marco Fichera, Paolo Pizzo e Andrea Santarelli hanno cominciato il loro cammino contro la Germania agli ottavi, vincendo a fatica 15-14. Più facile, invece, l’assalto dei quarti contro il Kazakhistan, battuto 35-23. In semifinale l’Italia ha perso per una sola stoccata, 40-39, contro l’Ucraina, ma nella finale per il terzo posto si è vendicata della sconfitta subita a Rio 2016 contro la Francia e si è imposta 45-38, conquistando così il bronzo. La finale per l’oro è stata poi vinta dalla Repubblica Ceca che ha battuto 40-35 l’Ucraina. Per gli azzurri della spada questo è il secondo podio consecutivo dopo la vittoria ad Heidenheim del 28 gennaio scorso.

Azzurri della spada bronzo a Vancouver

FOTO: Manky (ragazzi) e Bizzi (ragazze)/FIE

  • shares
  • Mail