Maratona Unesco 2017: le novità della 5a edizione

La Cividale-Palmanova-Aquileia si apre ad altre discipline

Manca poco più di un mese all’edizione 2017 della Maratona Unesco 2017, la quinta Cividale-Palmanova-Aquileia. L’appuntamento è per il prossimo 26 marzo, ma intanto l’organizzazione ha annunciato succose novità. A renderle pubbliche è stato in prima persona Giuliano Gemo, presidente del Comitato che si occupa dell’organizzazione dell’evento. Oltre alla corsa sui classici 42 chilometri e 195 metri, la manifestazione si aprirà ad altre discipline e punterà molto sulle scuole.

In contemporanea con la maratona, infatti, si terranno i Trisport cities Unesco e Special Olympcis-Special run. La prima competizione, che vedrà i partecipanti impegnati nella multidisciplina costituita da nuoto, bici e corsa, si svolgerà su due giornate: la prima frazione è prevista per sabato 25 marzo, mentre il giorno successivo si correranno le manche ciclistica - da Cividale a Palmanova (25,600 km) - e la podistica, fino ad Aquileia (16,595 km).

Sempre sabato 25 marzo, si terrà anche una prova di triathlon a carattere promozionale: a parteciparvi saranno gli studenti delle scuole medie, che potranno così conoscere e prendere confidenza con questa disciplina. La Special Olympcis-Special run, invece, coinvolgerà circa un centinaio di atleti disabili, che dovranno affrontare un percorso ridotto. Assai soddisfatto, il presidente del comitato organizzatore:

“L’Unesco cities marathon è ormai una palestra di sport per diverse discipline: unica in Italia, la maratona si prefigge nel contempo di promuovere le eccellenze del nostro territorio. Una modello di gara che ha sempre funzionato perfettamente, raccogliendo ogni anno ampi e unanimi consensi. Per il momento top secret sui nomi di calibro ma posso dire che a Pordenone presenteremo la novità della maratona su roller, una prima assoluta in linea che si disputa in Italia”, conclude Gemo.

maratona unesco 2017

  • shares
  • Mail