Abu Dhabi Tour 2017: Cavendish vince la prima tappa, Bonifazio terzo | Video

Kittel e Ewan sono caduti nell’ultimo chilometro.

La terza edizione dell’Abu Dhabi Tour, che per la prima volta fa parte dell’UCI World Tour, è cominciata con la Emirates Motor Company Stage, tappa di 189 km (più 8 km per arrivare al km 0) da Madinat a Zayed, che si è conclusa con una inevitabile volata. Il successo è andato a Mark Cavendish, perfettamente pilotato nell’ultimo chilometro dai suoi compagni di squadra e bravo anche a non farsi coinvolgere nelle cadute che, invece, hanno impedito ad alcuni dei suoi più agguerriti concorrenti di prendere parte allo sprint finale. Cavendish ha battuto André Greipel della Lotto Soudal e Niccolò Bonifazio della Bahrain-Merida, che si è classificato al terzo posto davanti ad altri due italiani, Simone Consonni dell’UAE Team Emirates, quarto, ed Elia Viviani del Team Sky, quinti. In top-ten troviamo anche Matteo Pelucchi della Bora Hansgrohe ottavo e Nicola Ruffoni della Bardiamo CSF nono. Cavendish è ovviamente il primo leader della classifica generale.

Ma vediamo come si è svolta la tappa. Subito dopo il via si è creata una fuga di sei uomini: Manuele Mori (UAE Team Emirates), Artur Ershov (Gazprom-Rusvelo), David Lozano (Novo Nordisk), Artyom Zakharov (Astana), Mirco Maestri (Bardiani-CSF) e Kazushige Kuboki (Nippo-Vini Fantini). Il loro vantaggio massimo è stato di cinque minuti.

A circa 80 km dal termine la Quick-Step Floors, grazie soprattutto al lavoro di Petr Vakoč, ha trascinato il gruppo fino a ridurre notevolmente il gap, mentre la fuga ha perso via via degli uomini, Ershov, Lozano e Maestri sono stati i primi a cedere, poi negli ultimi 20 km sono stati ripresi prima Kuboki e poi Zakharov e Mori, che sono stati gli ultimi a mollare davanti all’incedere del plotone guidato dalle squadre dei velocisti.

Il gruppo compatto ha tenuto un ritmo piuttosto sostenuto e c’è stata subito una gran lotta per tenere le migliori posizioni in vista della volata finale. A 4 km dal termine c’è stata una caduta nella quale è rimasto coinvolto anche Alberto Contador che si è subito fatto dare la bici da un compagno della Trek-Segafredo e ha dovuto fare un grande sforzo per rientrare nel plotone che intanto andava a tutta, trascinato dalla Quick-Step Floors.

Proprio all’inizio dell’ultimo chilometro c’è stata un’altra caduta nella quale sono rimasti coinvolti Marcel Kittel della Quick-Step Floors, che tanto lavoro aveva fatto fino a quel momento, e Caleb Ewan dell’Orica-Scott, che pure non si era risparmiata. A questo punto il gruppo si è allungato moltissimo, la Dimension Data ha preso il comando delle operazioni, Bonifazio ha provato a rimontare, ma è partito troppo lungo, mentre Cavendish è uscito dalla ruota del suo compagno Mark Renshaw nel momento opportuno ed è così andato a vincere.

Cavendish ha vinto la prima tappa dell'Abu Dhabi Tour 2017

Questi i primi dieci al traguardo della prima tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Mark Cavendish (Dimension Data) 4h 37’ 06”
2) André Greipel (Lotto Soudal)
3) Niccolò Bonifazio (Bahrain Merida)
4) Simone Consonni (UAE Abu Dhabi)
5) Elia Viviani (Team Sky)
6) Roger Kluge (Orica-Scott)
7) Alexander Porsev (Gazprom RusVelo)
8) Matteo Pelucchi (Bora-Hansgrohe)
9) Nicola Ruffoni (Bardiani CSF)
10) Eduard Michael Grosu (Nippo-Vini Fantini)

  • shares
  • Mail