Volley, a Modena arriva Dragan Travica

La società gialloblù ha ufficializzato l’ingaggio del palleggiatore per i playoff.

La notizia che era nell’aria da tutto il giorno è stata comunicata ufficialmente pochi minuti dopo la sconfitta in trasferta contro la Cucine Lube Civitanova. I campioni d’Italia in carica dell’Azimut Modena hanno confermato che Dragan Travica vestirà gialloblù da domani fino a fine stagione.

L’anticipazione era stata data dal sito web specializzato Volleyball.it, dal Resto del Carlino e daTuttosport, ma Modena ha spettato di giocare il match del turno infrasettimanale di campionato per annunciare ufficialmente l’ingaggio di Travica, ex capitano della nazionale italiana, uno degli “epurati” di Mauro Berruto prima che lo stesso ct lasciasse l’azzurro e forse l’unico ad aver pagato così caro le incomprensioni con il coach, visto che poi non è stato più convocato.

Travica, che non gioca in Italia dalla stagione 2011-2013, quando lasciò la Lube con cui aveva anche vinto un campionato, ha giocato prima al Belogorie Belgorod per due stagioni, vincendo anche la Champions League, poi all’Halkbank Ankara e infine, brevemente, nello Shahrdari Urmia Volleyball Club, squadra iraniana da cui si è allontanato volontariamente perché non percepiva lo stipendio.

A Modena Travica ha già giocato dal 2003 al 2005 e nella stagione 2008-2009. Ora ha il compito di sostituire Bruninho, che nella scorsa stagione ha portato i gialloblù al Triplete con Angelo Lorenzetti in panchina, conquistando Coppa Italia, Supercoppa e Scudetto.

Quest’anno Orduna non si è dimostrato all’altezza, l’ultima bravata è stata proprio questa sera, quando ha rimediato un cartellino rosso per un brutto gesto contro i tifosi.

Con la Nazionale Travica ha vinto due argenti Europei, due bronzi in World League, il bronzo alle Olimpiadi di Londra 2012 e il bronzo alla Grand Champions Cup. Ne è stato capitano dopo l’addio di suo cognato, Christian Savani, ma è stato poi cacciato prima della Final Six della World League 2015 e il suo posto è stato preso da Simone Giannelli, che ormai appare inamovibile.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail