Mancini rifiuta il Leicester: in corsa De Boer e Hiddink

L’ex tecnico dell’Inter “non interessato” alla successione di Ranieri

Roberto Mancini non raccoglierà il testimone di Claudio Ranieri, esonerato ieri dal Leicester. Secondo quanto riferisce ‘Sky Sport’, l’ex tecnico dell’Inter “non è interessato” a sedere sulla panchina degli attuali campioni d’Inghilterra, che rischiano la retrocessione in Championship dopo la cavalcata vincente dello scorso anno.

Mentre José Mourinho si presenta in conferenza stampa omaggiando Ranieri con le sue iniziali sul petto, un altro ex allenatore dell’Inter fa parlare di sé per il rifiuto alla dirigenza del Leicester. Un educato “no, grazie”, quello di Mancini, che ora lancia verso la panchina delle ‘Foxes’ altri due allenatori. Secondo i media britannici, infatti, ora il candidato numero uno sarebbe Frank De Boer, curiosamente l’allenatore olandese che ha raccolto per qualche mese l’eredità di Roberto Mancini all’Inter, prima di essere allontanato per i risultati scadenti.

Sulla lista dei candidati anche un altro olandese: si tratta di Guus Hiddink, 70enne tecnico che lo scorso anno è stato chiamato a traghettare il Chelsea fino al termine della stagione, dopo l’inizio disastroso di Mourinho.

Roberto Mancini - Inter

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail