Gravel, l’evoluzione della bici ibrida

Una bicicletta adatta a tutti terreni e a tutte le esigenze

C’era una volta la bicicletta ibrida. Una mountain bike dalle caratteristiche off road attenuate o una bici da turismo con pneumatici adatti alla “parte”. Negli ultimi anni, però, la bicicletta ibrida sembra avere trovato una nuova forma, quella delle biciclette gravel.

Che cos’è una gravel? Si tratta di una bicicletta ibrida capace di percorrere strade di asfalto, strade bianche, sterrati e terreni sconnessi. L’assetto è quello di una bici da corsa, ma accessori e componentistica la avvicinano alla bicicletta da cross e, in misura minore, alla mountain bike.

Dal punto di vista tecnico le bici gravel sono pensate per essere più stabili:
1) innanzitutto hanno il baricentro più basso;
2) le gomme sono più larghe e sono scolpite per viaggiare alternando asfalto, strade bianche e trail poco impegnativi;
3) i freni sono a disco, per una maggiore efficienza con fondo bagnato o fangoso e una maggiore sicurezza in discesa;
4) il manubrio ergonomico assicura una presa migliore e più stabile;
5) le geometrie sono studiate per avere una linea più rilassata;
6) i cavi dei freni e del cambio passano all’interno del telaio.

La bicicletta non è adatta solamente a chi viaggia, ma può essere un’ottima scelta anche per chi vive in centri cittadini con fondi stradali in acciottolato o particolarmente sconnessi.

Nella gallery di apertura alcuni esempi di modelli di gravel attualmente in commercio.

  • shares
  • Mail