Vietnam, la protesta del portiere: si rifiuta di parare un rigore (video)

Ha sollevato clamore la protesta dei giocatori del Long An, squadra vietnamita, nel finale di un match di campionato contro il Ho Chi Minh City. Sul punteggio di 2-2 l'arbitro ha assegnato un rigore - peraltro abbastanza netto - alla squadra avversaria e la protesta del Long An è stata clamorosa. Dopo aver circondato l'arbitro, i giocatori di movimento si sono allontanati dalla propria area di rigore. Il portiere Nguyen Minh Nhut, invece, è rimasto tra i pali, ma si è girato verso gli spalti rifiutandosi di provare a parare la conclusione dell'avversario.

Quando il gioco è ripreso, il Long An ha deciso di non giocare più, permettendo agli avversari di segnare altri 2 gol senza trovare alcuna opposizione. La federcalcio vietnamita ha deciso di usare il pugno di ferro contro questa protesta decisamente esagerata, sanzionando con 2 anni di squalifica il portiere ed anche il capitano Huynh Quang Thanh. Il tecnico del Long An è stato invece squalificato per 3 anni in quanto "regista" di questa protesta. Il club ha deciso di accettare la decisione della federazione senza presentare alcun ricorso, scusandosi inoltre per il comportamento antisportivo dei propri tesserati.

  • shares
  • Mail