Abu Dhabi Tour 2017: Rui Costa vince la tappa regina, Aru sesto | Video

Rui Costa è ovviamente primo della classifica generale.

Alberto Rui Costa dell’UAE Emirates ha vinto la tappa regina dell’Abu Dhabi Tour, lunga 140 km da Al Ain-Hazza Bin Zayed Stadium fino all’arrivo in salita a Jabel Hafeet. Il portoghese ex campione del mondo è stato in fuga negli ultimi chilometri con il russo Ilnur Zakarin della Katusha-Alpecin e i due sono riusciti a restare davanti senza farsi raggiungere dagli altri big che si davano battaglia alle loro spalle, mentre al terzo posto si è piazzato Tom Dumoulin del Team Sunweb che ha preferito affrontare da solo il finale, a metà strada tra i due in testa e il gruppo di Contador-Quintana-Nibali e tanta altra bella compagnia. Per Rui Costa la conquista della classifica generale è praticamente cosa fatta, visto che manca una sola tappa alla fine, ma prettamente per velocisti.

Il migliore degli italiani oggi è stato Fabio Aru dell’Astana che si è piazzato al sesto posto a 46” di distacco dai primi due, mentre Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale è nono.

Per quanto riguarda gli altri big, Nairo Quintana della Movistar si è piazzato al decimo posto davanti a Diego Ulissi dell’UAE Team Emirates e Roman Bardet dell’AG2R La Mondiale, con 58” di ritardo, poi a 1’ 01” è arrivato (13°) Alberto Contador della Trek-Segafredo), mentre Vincenzo Nibali della Bahrain-Merida è arrivato nel gruppetto successivo con un ritardo di 1’ 05”.

La fuga di giornata è partita poco dopo il via e ha avuto per protagonisti Simone Andreetta della Bardiani CSF Pavel Brutt della Gazprom RusVelo, Alan Marangoni della Nippo-Vini Fantini e Stephen Clancy del Team Novo Nordisk. Il loro vantaggio massimo è stato di circa cinque minuti, ai -93 km era già sceso a 1’ 16”, ma a questo punto il gruppo ha rallentato per non porre fine alla fuga troppo presto e così ai -80 km era risalito a quasi tre minuti. Il vento e la sabbia hanno molto infastidito i corridori, tanto che a un certo punto sembrava che la gara stesse per essere interrotta, invece è andata avanti regolarmente.

L’ultimo dei battistrada a cedere è stato Brutt, ma ai -14 km anche lui è stato ripreso e dunque la fuga è stata completamente annullata. Il Team Sky ha preso il comando delle operazioni, ma all’inizio della salita è stata la Movistar a mettersi davanti a tutti con Daniele Bennati che ha portato Nairo Quintana alla sua ruota, mentre Ramunas Navardauskas, Valerio Agnoli e Vincenzo Nibali della Bahrain Merida erano subito dietro.

Già nei primissimi metri di salita, a causa del ritmo di Movistar e Bahrain Merida, molti corridori si sono staccati dalla testa della corsa. Ai -9,3 km ha attaccato Quintana, Reinardt Janse Van Rensburg ha subito chiuso il buco e dietro di lui sono via via arrivati anche gli altri scalatori. Contador ha messo uno dei suoi gregari a guidare il gruppo, dettando un ritmo abbastanza elevato.

Ai -7 km Peter Stetina, non per suo volere, ma perché gli altri hanno rallentato, si è ritrovato per qualche metro da solo in testa, ma ovviamente si è fermato anche lui. A questo punto son stati Alberto Rui Costa del’UAE Abu Dhabi e Manuel Senni della BMC ad avvantaggiarsi e a loro si è aggiunto Ruben Fernandez della Movistar e poi è arrivato anche Ilnur Zakarin della Katusha-Alpecin.

Ai -6 km è scattato Quintana e subito alla sua ruota si sono attaccati Contador e Nibali, poi su di loro è rientrato anche Steven Kruijswijk della LottoNL-Jumbo che poi li ha superati ed è rimasto avanti mentre i tre tenori hanno rallentato un po’. Negli ultimi 4 km si sono formati almeno tre gruppetti di scalatori, con Zakarin in testa alla corsa, raggiunto da Rui Costa e dietro di loro, distante qualche secondo, Tom Dumoulin del Team Sunweb.

Ai -2,6 km si sono scatenati i big, ma non sono riusciti a raggiungere i due battistrada e negli ultimi 600 metri Rui Costa ha attaccato battendo Zakarin che si è dovuto accontentare del secondo posto.

Rui Costa vince la tappa regina Abu Dhabi Tour 2017

Questi i primi dieci al traguardo della terza tappa:
1) Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) 4h 34’ 08”
2) Ilnur Zakarin (Team Katusha-Alpecin) s.t.
3) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +10”
4) Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +28”
5) Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) +46”
6) Fabio Aru (Astana) +46”
7) Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +46”
8) George Bennet (Team LottoNL-Jumbo) +46”
9) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +46”
10) Nairo Quintana (Movistar) +58”

Queste le prime posizioni della classifica generale:
1) Alberto Rui Costa (UAE Team Emirates) 12h 39’ 15”
2) Ilnur Zakarin (Team Katusha-Alpecin) +4”
3) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +16”
4) Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +38”
5) Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +56”
6) George Bennet (Team LottoNL-Jumbo) +56”
7) Fabio Aru (Astana) +56”
8) Domenico Pozzovivo (AG”R La Mondiale) +56”
9) Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) +56”
10) Romain Bardet (AG2R La Mondiale) +1’ 08”

  • shares
  • Mail