Abu Dhabi Tour 2017: Caleb Ewan vince l’ultima tappa, a Rui Costa la classifica generale | Video

Sul podio di giornata anche Cavendish e Greipel.

Una vittoria voluta e cercata con tutte le forze quella ottenuta oggi da Caleb Ewan nell’ultima tappa dell’Abu Dhabi Tour 2017. L’australiano dell’Orica-Scott negli ultimi 20 km è stato parecchio esposto, anche se sempre aiutato dai compagni di squadra, ma certamente ha speso molto più degli altri velocisti, tuttavia alla fine ne aveva ugualmente più di tutti e si è dimostrato molto più potente. Dietro di lui si sono piazzati Mark Cavendish della Dimension Data e André Greipel della Lotto-Soudal. Ewan ha così cancellato la figuraccia della seconda tappa, quando stava per esultare, ma si è visto superare da Marcel Kittel della Quick-Step Floors che oggi, invece, non ha preso parte alla volata, ma la sua squadra ha lavorato per i traguardi volanti a favore di Julian Alaphilippe.

La classifica generale vede il trionfo di Alberto Rui Costa dell’UAE Abu Dhabi Emirates, che ieri ha vinto la tappa regina e sul podio finale salgono anche Ilnur Zakarin della Katusha-Alpecin e Tom Dumoulin del Team Sunweb, mentre i migliori tra gli italiani sono stati Fabio Aru dell’Astana e Domenico Pozzovivo dell’AG2R La Mondiale, ottavo e nono con lo stesso distacco da Rui Costa.

La tappa di oggi è consistita in 25 giri da 5,5 km sul circuito di Formula 1 di Yas Marina per un totale di 43 km e si è corso sul bagnato, perché è piovuto molto prima dell’inizio della gara. La fuga di giornata è stata animata da Patrick Konrad della Bora Hansgrohe, Dylan Teuns della BMC, Kirill Sveshnikov della Gazprom RusVelo, Rafael Valls della Lotto Soudal, Alex Dowsett e Jorge Arcas della Movistar. Il loro vantaggio è stato sempre molto basso, sotto i due minuti. Konrad, dopo aver vinto i primi due sprint intermedi, si è arreso e si è fatto riprendere dal gruppo. Negli ultimi otto giri davanti sono rimasti solo Teuns, Dowsett e Arcas, quest’ultimo si è rialzato a 34 km dal termine, ma gli altri due avevano meno di 10” di vantaggio sul plotone.

Ai -29,6 km, a ridosso dello sprint intermedio, anche Teuns e Dowsett sono stati ripresi soprattuto grazie al gran lavoro della Quick-Step Floors, coronato dal loro corridore Julian Alaphilippe che si è aggiudicato il traguardo intermedio davanti a Konrad. Il francese ha così potuto scalare ben cinque posizioni in classifica generale (salendo dalla nona alla quinta), mentre Konrad è riuscito a strappare la maglia nera di leader degli sprint intermedi a Marco Canola della Nippo-Vini Fantini che l’ha indossata fino a oggi. Inoltre Konrad è anche riuscito ad acciuffare il decimo posto in classifica generale.

Negli ultimi chilometri il gruppo ha proceduto compatto e in testa si è fatta vedere soprattutto l’Orica-Scott di Caleb Ewan. Nell’ultimo giro la lotta per le prime posizioni si è intensificata, la velocità è salita oltre i 60 km/h e ai -3,3 km la squadra australiana ha continuato a tirare più di tutte, Roger Kluge è stato l’ultimo uomo e Ewan, di forza, si è imposto davanti a tutti.

Questi i primi dieci classificati dell’ultima tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Caleb Ewan (Orica-Scott) 3h 03’ 06”
2) Mark Cavendish (Dimension Data)
3) André Greipel (Lotto-Soudal)
4) Niccolò Bonifazio (Bahrain-Merida)
5) Matteo Pelucchi (Bora-Hansgrohe)
6) Luka Mezgec (Orica-Scott)
7) Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors)
8) Alexander Porsev (Gazprom RusVelo)
9) Keil Reijnen (Trek-Segafredo)
10) Rick Zabel (Katusha-Alpecin)

E queste le prime posizioni della classifica generale finale:
1) Alberto Rui Costa (UAE Abu Dhabi Emirates) 15h 42’ 21”
2) Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin) +4”
3) Tom Dumoulin (Team Sunweb) +162
4) Bauke Mollema (Trek-Segafredo) +38”
5) Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) +53”
6) Rafal Majka (Bora-Hansgrohe) +56”
7) George Bennet (Team LottoNL Jumbo) +56”
8) Fabio Aru (Astana) +56”
9) Domenico Pozzovivo (AG2R La Mondiale) +56”
10) Patrick Konrad (Bora-Hansgrohe) +1’ 07”

  • shares
  • Mail