Cuadrado: "Reina mi ha travolto"

Non si placano ancora le polemiche per

Juan Cuadrado, esterno colombiano della Juventus, ha parlato oggi ai microfoni di Sky Sport a margine dell’allenamento a Vinovo. Nonostante siano passate 48 ore, si parla ancora delle decisioni arbitrali di Juventus-Napoli. Tra gli episodi maggiormente discussi, il rigore concesso per l’atterramento proprio di Cuadrado da parte di Reina. L’arbitro ha applicato il regolamento secondo il quale, anche se il portiere in uscita sfiora la palla, la stessa sarebbe rimasta nella “disponibilità” del colombiano, che non vi è potuto arrivare perché appunto atterrato da Reina.

A chi contesta questa interpretazione, l’ex esterno di Fiorentina, Udinese e Lecce risponde così: "Potevo fare un passo più avanti, ma Reina mi ha travolto. Mi è stato impossibile fare gol", aggiunge. Da qui, la decisione dell’arbitro di assegnare il secondo calcio di rigore alla Juventus, arrivato per giunta al termine di un’azione nella quale lo stesso Napoli aveva lamentato la mancata concessione di un calcio di rigore per un presunto fallo su Albiol.

Quanto alla partita in sé, dopo un primo tempo nel quale la Juventus ha sofferto con uno sperimentale 3-4-3, tutto è cambiato nella ripresa appunto con l’ingresso di Cuadrado e il ritorno al 4-2-3-1. "Non è stato tanto il mio ingresso in campo a cambiare la partita - ha precisato ancora il colombiano -, decisiva è stata la voglia di rimontare di tutta la squadra. Ed quello che fa la differenza, ripeto sempre, più dei moduli di gioco".

Cuadrado intervista

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail