Conte: "Inter? No, porto la mia famiglia a Londra" (VIDEO)

Il tecnico leccese nega contatti con i nerazzurri

Antonio Conte ha parlato oggi in conferenza stampa, anche se il Chelsea giocherà in posticipo solo lunedì prossimo il derby contro il West Ham. Negli ultimi giorni si è parlato tanto del suo futuro, con le indiscrezioni provenienti dall’Italia sul suo possibile sbarco in nerazzurro, e quelle provenienti dalla Spagna secondo cui nel suo destino ci sarebbe addirittura la panchina del Barcellona, dopo l’addio di Luis Enrique. Nulla di vero, secondo l’allenatore leccese, che ribadisce come il suo progetto sulla panchina dei ‘Blues’ sia appena all’inizio:

"Voglio restare al Chelsea, voglio lavorare e vincere tanto per questo club. In questo anno di transizione stiamo mettendo delle basi molto solide e profonde. Se sono stato contattato dall'Inter? No, personalmente no".

Secondo gli addetti ai lavori, la risposta non sarebbe stata convintissima, il che nasconderebbe quantomeno un sondaggio da parte della nuova proprietà nerazzurra. Comunque sia, le possibilità di strappare Conte al Chelsea, appaiono oggi assai remote e non è per il passato bianconero dell’ex ct della nazionale italiana. Semplicemente, l’ex capitano della Juventus starebbe valutando seriamente la possibilità di mettere radici a Londra, come dichiarato sempre nella giornata di oggi a ‘Standard Sport’.

"Spero che la mia famiglia possa raggiungermi presto a Londra - ammette Conte - , ho bisogno di loro, e spero soprattutto di restare per molti anni al Chelsea. Quando si inizia una nuova avventura l'obiettivo è quello di creare qualcosa di grande e importante per il club".

Dopo aver vinto diversi premi mensili, l’allenatore italiano è stato nominato “miglior tecnico londinese dell’anno”. Il suo obiettivo è quello di continuare a lasciare il segno in Premier League e, dall’anno prossimo, anche in ambito europeo.

"Per farlo si deve restare per tanti anni e avere l'opportunità di crescere i giocatori per vincere con loro. Non è stato semplice arrivare e rialzare il Chelsea dopo le difficoltà della passata stagione, ma il gruppo ha risposto alla grande, dimostrando massimo impegno e applicazione".

Quanto all’ennesimo riconoscimento personale ricevuto dall’inizio della stagione, Conte è ovviamente soddisfatto e ringrazia la dirigenza del Chelsea, i calciatori e il suo staff, senza di cui non sarebbe mai riuscito ad ottenere i risultati fin qui maturati.

"È un onore ricevere questo premio. Voglio ringraziare il Chelsea per l'opportunità. È fantastico per me e voglio condividere il premio con i miei giocatori e con il mio staff per il lavoro di tutti i giorni e il supporto", conclude.

conte inter

  • shares
  • Mail