Bonucci: "Avevo cominciato a imparare l'inglese, il catalano..." [VIDEO]

Le parole del difensore al termine di Udinese-Juventus

Leonardo Bonucci ha parlato ai microfoni di Premium Sport al termine del pari maturato dalla Juventus sul terreno di gioco della Dacia Arena Udine. Il difensore bianconero è stato protagonista in chiaroscuro della gara: incerto sul gol messo a segno da Zapata, ha rimediato nella ripresa siglando il pari con uno stacco imperioso di testa. Quel che è certo, è che non è stata la solita Juve schiacciasassi quella vista oggi contro l’Udinese. “Abbiamo abbassato il livello d'intensità mentale - sottolinea Bonucci - e ne abbiamo risentito. Ma nonostante una gara non brillante abbiamo guadagnato un punto sulla seconda che è la cosa più importante”.

Con il pareggio di oggi, la Juventus si è portata a +8 sulla Roma, anche se in molti si attendevano un bottino pieno e la chiusura definitiva del campionato. “Che importanza ha questo gol? Nessuna in particolare - ha proseguito il difensore della Juve - , io gioco, segno e lotto per la Juventus che è una grande squadra. Il gol di Zapata? Ho sbagliato all'inizio dell'azione quando non ho accorciato. Poi ho cercato di dargli il sinistro che non è il suo piede forte e ho cercato di portarlo sull'esterno come ti insegnano da bambino”.

Infine, Bonucci ha parlato del suo futuro, chiarendo una battuta fatta qualche giorno fa: dopo la lite con Allegri si parla nuovamente di divorzio, ma la posizione del difensore è abbastanza definita. “Io sono un patrimonio della società - insiste - , ho firmato un contratto fino al 2021. Sono qui, mi sento importante per la società e non vedo dove sia il problema. Se avessi voluto andare via avrei spinto per andare via lo scorso anno, quando ho ricevuto offerte. Avevo cominciato a studiare l'inglese. Anche il catalano? Chissà, forse...”. L’impressione è che il tormentone sul futuro di Bonucci non sia affatto chiuso qui…

bonucci intervista

  • shares
  • Mail