Messi, l’esultanza che mima una telefonata: ecco a chi si rivolgeva

In molti hanno pensato si rivolgesse alla società per il rinnovo, invece…

Lionel Messi è stato il grande protagonista del match che il Barcellona ha vinto per 5-0 contro il Celta Vigo sabato, nella 26esima giornata della Liga e che ha permesso ai blaugrana di restare in testa alla classifica a +1 sul Real Madrid e +5 sul Siviglia (rispettivamente a 60, 59 e 55 punti).

El Pulga ha aperto le marcature al 24° del primo tempo, poi ha fatto un assist vincente a Neymar al 40’, al 12’ del secondo tempo è arrivato il terzo gol di Rakitic, al 16’ del secondo tempo ancora un assist di Messi, questa volta per Umtiti e infine il secondo gol del fuoriclasse argentino al 19’ del secondo tempo che ha definitivamente chiuso la “manita” del Barca.

Ma a far discutere anche il giorno dopo è stata l’esultanza di Messi, che dopo la prima rete ha mimato una telefonata, con la classica mano a forma di cornetta portata all’orecchio e alla bocca. Questo gesto ha dato il “la” a un po’ di speculazioni da parte della stampa spagnola. A chi si rivolgeva? Era forse un invito alla società a chiamarlo per discutere il rinnovo del contratto?

Per bloccare qualsiasi possibile polemica, Messi ha dato la sua spiegazione ufficiale, che oltre a essere più che plausibile e anche molto simpatica. In pratica qualche giorno prima della partita un suo nipotino, figlio del fratello Rodrigo, ha compiuto gli anni e zio Lionel ha provato a chiamarlo al telefono più e più volte per fargli gli auguri, ma il nipote era troppo “impegnato” e non ha trovato il tempo di rispondergli.

Il giorno del match contro il Celta Vigo, Rodrigo e i suoi figli erano allo stadio ad assistere alla partita e Lionel ha dedicato il gol al nipote ricordando la telefonata mancata del giorno del suo compleanno.

Rodrigo Messi ha anche condiviso su Instagram il video del gol del fratello definendolo “semplicemente un grande”. Nel video in alto la sintesi di Barcellona-Celta Vigo 5-0.

Simplemente un grande

Un post condiviso da Rodrigo (@rodrigo.messi10) in data: 4 Mar 2017 alle ore 16:59 PST

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail