Parigi-Nizza 2017, sesta tappa: vince Simon Yates, Alaphilippe resta in giallo | Video

Dietro Yates si sono piazzati Henao e Porte.

Il britannico Simon Yates dell’Orica-Scott ha vinto la sesta tappa della Parigi-Nizza 2017 da Aubagne a Fayence (193,5 km con sei gpm). Dietro Yates si sono piazzati Sergio Henao del Team Sky con 17” di ritardo e Richie Porte della BMC con 26”, mentre Julian Alaphilippe della Quick-Step Floors, scortato dal compagno di squadra Daniel Martin, è arrivato con 29” di ritardo, quarto, e ha così difeso la Maglia Gialla.

Oggi ci sono stati attacchi fin dai primissimi metri, ci hanno provato prima Ben King (Dimension Data) e Cyril Lemoine (Cofidis), poi raggiunti da Winner Anacona (Movistar) e Delio Fernandez Cruz (Delko-Marseille Provence KTM). All’inizio della salita ha attaccato Jarlinson Pantano della Trek-Segafredo e il gruppo ha annullato la prima fuga. Lungo l’ascesa del Col de l’Espigoulier (di prima categoria) ha attaccato Cyril Gautier (AG2R La Mondiale), ma anch’egli è stato raggiunto. Nel frattempo Davide Formolo della Cannondale-Drapac, protagonista di una brutta caduta ieri, è stato costretto ad abbandonare la corsa oggi dopo essere andato in difficoltà sul gpm.

In cima all’Espigoulier è stato Arnold Jeannesson (Fortuneo) a transitare per primo e in seguito si è formato un nuovo gruppetto di attaccanti composto da Michael Albasini (Orica-Scott), Cyril Gautier (AG2R), Jesus Herrada (Movistar), Alexey Lutsenko (Astana), Ben King (Dimension Data) e Lilian Calmejane (Direct Energie). Questi sei sono stati ripresi quasi subito, ma in contropiede è partita un’altra fuga composta da Alessandro De Marchi (BMC), Axel Domont (AG2R), Winner Anacona (Movistar), José Herrada (Movistar) Michael Valgren (Astana), Ben Swift (UAE Team Emirates), Sylvain Chavanel (Direct Energie), Eduardo Sepulveda (Fortuneo).

Finalmente il gruppo si è tranquillizzato e ha concesso un po’ di spazio alla nuova fuga che ha potuto accumulare presto un vantaggio di quattro minuti. Sulla Côte des Tuilières (seconda categoria) Sepulveda ha transitato per primo, mentre sulla Côte du Mont Méaulx (terza categoria) è stato Domont il più bravo. All’inizio della salita del Col de Bourigaille (prima categoria), il vantaggio dei battistrada era di un solo minuto e Alberto Contador ha attaccato, a lui hanno risposto Daniel Martin della Quick-Step Floors e Sergio Henao del Team Sky, la squadra che ha guidato il gruppo in discesa assorbendo gli ex fuggitivi Anacona ed Herrada, poi anche Swift e Domont. Lungo la prima ascesa del Bourigaille il gruppo si è notevolmente allungato, ma tutti gli uomini della classifica generale sono rimasti davanti, con i soli De Marchi e Sepulveda ancora in fuga con un minuto di vantaggio sul gruppo dei migliori.

Dopo la discesa e il primo passaggio sulla linea del traguardo, è cominciata la seconda salita del Col de Bourigaille con il Team Sky sempre in testa e Alaphilippe incollato alla ruota di Sergio Henao che ha fatto il grosso del lavoro, mentre Contador è rimasto tranquillamente nelle posizioni centrali del gruppo dei migliori. A questo punto, in testa alla corsa, De Marchi ha mollato e si è fatto riprendere dagli inseguitori, Sepulveda ha provato a resistere un po’ di più, ma ai -21,2 km è stato ripreso.

Quando Nieve ha dato il cambio a Henao nel gruppo di testa era rimasta una ventina di corridori e tra di loro Simon Yates che ai -19 km ha attaccato ed è andato via da solo perché, anche se in tanti ci hanno provato, nessuno è riuscito a raggiungerlo e così il britannico ha scavato il solco ed è andato a vincere in solitaria.

Questi i primi dieci oggi al traguardo:
1) Simon Yates (Orica-Scott) 4h 37’ 51”
2) Sergio Henao (Team Sky) +17”
3) Richie Porte (BMC) +26”
4) Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) +29”
5) Daniel Martin (Quick-Step Floors) +29”
6) Jon Izaguirre (Bahrain-Merida) +32”
7) Jakob Fuglsang (Astana) +32”
8) Alberto Contador (Trek-Segafredo) +32”
9) Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin) +32”
10) Tony Gallopin (Lotto Soudal) +32”

E queste le prime dieci posizioni della classifica generale:
1) Julian Alaphilippe (Quick-Step Floors) 21h 58’ 22”
2) Tony Gallopin (Lotto Soudal) +36”
3) Sergio Henao (Team Sky) +46”
4) Gorka Izagirre (Movistar Team) +57”
5) Daniel Martin (Quick-Step Floors) +1’ 20”
6) Ilnur Zakarin (Katusha-Alpecin) +1’ 31”
7) Alberto Contador (Trek-Segafredo) +1’ 34”
8) Simon Yates (Orica-Scott) +1’ 37”
9) Jon Izaguirre (Bahrain-Merida) +2’ 04”
10) Warren Barguil (Team Sunweb) +3’ 08”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail