Running: la giusta alimentazione per "allenarsi" a tavola

Gli studi che confermano l'importanza della nutrizione nello sport

Chi fa running, ma più in generale chi pratica sport, sa bene quanto sia importante l’alimentazione. Ci sono del resto importanti studi, condotti da cotanto di studiosi, che confermano quali siano i cibi in grado di influenzare positivamente le prestazioni. Nel 2000, l’American College of Sport Medicine ha confermato al termine di un importante studio, che ciò che un atleta mangia e beve influenza positivamente la sua salute, ma anche le funzioni durante l’esercizio fisico, le prestazioni e il recupero.

Tutto confermato anche nel 2003 durante la Conference on Nutrition and Sport Performance, anche se in quel di Losanna si aggiunse un altro tassello al mosaico: la prestazione sportiva è anche influenzata dalla quantità, dalla composizione e il momento di assunzione di determinati cibi. Insomma, per rendere al meglio, uno sportivo deve mangiare correttamente e al momento giusto. Oltre agli allenamenti, un runner o chi fa sport in generale deve conoscere il valore degli alimenti in modo da consumare ciò che fa bene alla salute e alle prestazioni.

Ci sono cibi che anche se non forniscono apporto in termini di energia, sono importanti per simulare gli stimoli dell’allenamento e attivare gli stessi fattori metabolici, come sottolinea Gazzetta.it. Tra questi, ad esempio, ci sono i polifenoli, sostanze che si trovano principalmente in frutta e verdura, ma anche nelle spezie, nelle fave di cacao, in thè e caffè. Tra i punti di forza dei polifenoli c’è il fatto di spinge al massimo il “motore” di ciascuna cellula, in modo tale che l’organismo risponda per il suo meglio agli stimoli. E non finisce qui, perché anche i grassi buoni sono molto importanti per gli atleti, perché oltre a fornire energia, possono migliorare la lucidità mentale e il recupero tra un allenamento e l’altro o dopo una competizione.

alimentazione running

  • shares
  • Mail