Milan, la 'vendetta' dei giocatori: scritte "ladri" sugli scudetti revocati alla Juve

Non si placano le polemiche post Juventus-Milan ed anzi emergono nuovi dettagli su quanto accaduto negli spogliatoi dopo il fischio finale. Secondo quanto è stato reso noto dalla Gazzetta dello Sport e dal Corriere della Sera, i giocatori del Milan si sarebbero resi responsabili del danneggiamento di alcuni arredi ed avrebbero anche imbrattato un muro con la scritta "ladri di m**da". Allo Juventus Stadium, nel corridoio che porta allo spogliatoio degli ospiti, ci sono esposti su una lunga parete tutti i trofei vinti dalla società proprietaria dello stadio.

La scritta "ladri di m**da" sarebbe stata apposta proprio sui due Scudetti revocati dal processo di Calciopoli, che invece la Juventus continua a considerare suoi a pieno titolo. A quanto pare la dirigenza del Milan non si sarebbe scusata per questi comportamenti incivili e, tra l'altro, avrebbe contestato il fatto che la Juventus esponga tra i trofei vinti i due Scudetti revocati dalla giustizia sportiva. Curioso il comportamento da parte della dirigenza rossonera che forse ha dimenticato il suo stesso coinvolgimento nei fatti di Calciopoli.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail