Roma, Spalletti 'invita' i tifosi allo stadio per il Lione: "abbiamo bisogno di loro"

Luciano Spalletti è tornato a parlare di un argomento a lui caro: lo scarso apporto dei tifosi nelle partite casalinghe. Storicamente la Roma ha sempre potuto contare su un pubblico caldissimo, ma da diverso tempo le cose non vanno più così. La Curva Sud è sempre semivuota oltre ad essere praticamente silenziosa per la protesta degli ultrà, che chiedono di eliminare le barriere divisorie istallate nelle due curve dello stadio.

Ieri Spalletti ai microfoni di Sky Sport ha nuovamente lanciato un appello ai suoi tifosi in vista del ritorno degli ottavi di Europa League. Per passare il turno i giallorossi dovranno rimontare il 4-2 subito nella partita d'andata, un'impresa difficile per la quale uno stadio pieno e pronto a tifare potrebbe fare la differenza: "Diventerebbe fondamentale ritrovare 60mila tifosi allo stadio per avere più possibilità di passare il turno. Noi quest’anno non abbiamo mai giocato con il nostro pubblico, con loro sarebbe una storia diversa".

Spalletti è poi tornato sullo stesso argomento ai microfoni di Roma Channel, dove è stato anche più duro nei confronti dei suoi tifosi: "Ho provato a pensarci ma l’atteggiamento dei nostri tifosi non lo riesco a capire. Si vede che ci vogliono bene ma facendo così fanno solo il male della Roma. Non riesco a capire come non abbiano trovato una soluzione. Con lo stadio pieno al ritorno di Europa League partiremmo già da -1, perché un goal lo segnerebbero i tifosi. Non vedo cosa bisogna fargli pagare alla squadra. La Roma meriterebbe uno stadio pieno per quanto fatto in questi due anni".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail