Closing Milan: attesi per domani altri 100 milioni ma…

La terza caparra sarà davvero garanzia di chiusura?

Il closing per la cessione del Milan ai nuovi investitori cinesi potrebbe slittare di un altro mese. Sui quotidiani sportivi di oggi sono presenti diverse versioni sulla compravendita del club rossonero. Un’operazione che sembra quasi interminabile e che almeno in una parte della tifoseria ha sollevato dubbi e perplessità. Atteso per lo scorso 3 marzo, il closing è slittato per l’ennesima volta per motivi non ben precisati. Alcune voci hanno riferito di una settimana di tempo per versare una nuova caparra da 100 milioni con conseguente ridiscussione del contratto, ma nemmeno il 10 marzo è arrivata la terza tranche.

Sia l’edizione odierna di Tuttosport, sia del Corriere dello Sport, sollevano dubbi sulla data dell’effettiva chiusura. Il quotidiano sportivo torinese sostiene che la terza caparra da 100 milioni dovrebbe effettivamente giungere nelle casse Fininvest domani, mercoledì 15 marzo. Dall’inizio della trattativa, dunque, il gruppo Berlusconi si ritroverebbe con 300 milioni di euro nelle casse, ma senza ancora la certezza della cessione definitiva della società.

Milan SES Maldini

Gli ulteriori 100 milioni di euro che giungeranno da Sino-Europe Sports, serviranno sostanzialmente per ottenere un’ulteriore proroga e consentire ai cinesi di provare a reperire la cifra totale che manca alla chiusura. I legali delle parti sarebbero al lavoro, ma ancora non v’è certezza per la data del closing: Fininvest pare voglia chiudere entro il 7, mentre gli investitori cinesi preferirebbero avere almeno una settimana in più. A questo punto, appare più probabile il 14 aprile o addirittura la prima data buona dopo Pasqua. Considerato che il giorno delle firme finali è già slittato due volte - a dicembre e inizio marzo - eventuali ulteriori slittamenti non sarebbero più sorprese.

  • shares
  • Mail