Volley femminile: arriva la delibera della Lega sul tesseramento di Tifanny Pereira da Abreu

La ragazza ha effettuato da poco il cambio di genere.

Le Società della Lega Pallavolo Serie A Femminile si sono riunite ieri in Assemblea a Milano per discutere del tema del tesseramento di atleti transgender nei Campionati di Serie A. Questa discussione si è resa necessaria in seguito all’arrivo nella società di Serie A2 Volley Nike Palmi di Tifanny Pereira da Abreu, giocatrice brasiliana che fino a pochi mesi fa giocava nel campionato maschile olandese e ora ha completato la sua transizione di genere.

La differenza rispetto alle altre giocatrici è stata evidente fin dalla prima partita e ha suscitato qualche reazione da parte delle altre società. Per questo motivo la Lega ha subito chiedendo alla FIPAV delucidazioni circa l’applicazione o meno delle linee guida stabilite dal CIO durante il Consensus Meeting del Novembre 2015 sul tema “Sex Reassignement and Hyperandrogenism”.

La FIPAV e il CONI, cui la richiesta era stata inoltrata per conoscenza, non hanno preso posizione e allora la Lega Volley si è rivolta al Presidente della FIVB Fabio Azevedo, il quale ha risposto che l’ammissibilità alle competizioni è in concetto separato rispetto alla classificazione di un individuo come atleta uomo o donna. In pratica, “la riclassificazione di un atleta da maschio a femmina o da femmina a maschio non comporta l’ammissibilità automatica a partecipare alle competizioni del nuovo genere”, quindi ogni caso è da valutare separatamente.

Secondo la FIVB l'ammissibilità degli atleti transgender deve essere valutata in base a norme che devono essere emanate dalla Federazione Nazionale del Paese in cui l'atleta transgender vuole competere. Quindi, sostanzialmente, spetterebbe alla FIPAV decidere.

Per questo la Lega ha chiesto alla Federvolley di “attivare immediatamente una Commissione apposita che possa definire in breve tempo le regole per il tesseramento di atleti che cambiano genere e disciplinare per il futuro il tesseramento degli atleti transgender”.

La FIPAV ha preso l’impegno di redigere i regolamenti per il tesseramento di atleti trans d’intesa con il CONI, ma in attesa, la Lega ha dovuto prendere una decisione sul caso di Tifanny Pereira da Abreu e dunque ha chiesto alla Società Volley Nike Palmi di presentare i documenti medico-legali che attestino il cambio di genere dell’atleta finora non conosciuti né dalla FIVB né dalla FIPAV. La Lega ha anche chiesto alla FIPAV di recepire nelle normative che predisporrà sul tema la Legge in vigore n. 164 del 14 aprile 1982 relativa al cambio di genere.

Foto © Lega Volley/Golem Software Palmi

  • shares
  • Mail