Ibrahimovic: "Io al Napoli? Non si sa mai..."

Il centravanti in odore di rinnovo con il Manchester United

Zlatan Ibrahimovic, centravanti svedese del Manchester United, continua a stupire con la maglia dei Red Devils. A 35 anni suonati, l’ex Milan, Inter e Juventus pare sia vicinissimo ad un prolungamento di altri due stagioni con il club inglese. Le indiscrezioni circolano sulla stampa britannica ormai da diverse settimane, ma il diretto interessato non chiude la porta ad un possibile ritorno in Italia. "Io al Napoli? Non si sa mai...Però sto bene qua - le parole dello svedese a Fox Sports - . Vediamo, vediamo cosa succede. Ho firmato per una stagione, con opzione sulla seconda. Non ho troppi campionati davanti a me, voglio divertirmi e fare la differenza".

Insomma, innanzitutto Ibrahimovic chiarisce che se dovesse esserci prolungamento con lo United, sarebbe di una sola stagione, per via di una clausola già esistente dall’estate scorsa. Inoltre, pare essere tentato da un’esperienza con la maglia partenopea. Che il Napoli lo corteggi non è affatto una novità, ma bisognerà vedere anche se i partenopei siano disposti ad attenderlo per un altro anno mezzo, quando poi arriverebbe alla soglia dei 38 anni.

Quanto alle precedenti esperienze in Serie A, Zlatan ne ripercorre le tappe, partendo ovviamente dal primo sbarco, alla Juventus. "Ebbi subito una grande impressione - racconta - . Prima di tutto mister Capello, ricordo la prima cosa che mi ha detto: "Butta fuori lo stile dell’Ajax e diventi un grande giocatore”. Ci siamo allenati tanto soprattutto davanti la porta, poi mi regalò la cassetta di Marco Van Basten. Quando mi chiamò in spogliatoio pensavo di aver fatto qualcosa di male".

Probabilmente la carriera in bianconero sarebbe proseguita ancora per qualche stagione, ma arrivò il ciclone Calciopoli che spedì la Juve in Serie B. Lo svedese non accettò di scendere di categoria, nemmeno di fronte alle preghiere dell’amico Nedved. Il passaggio all’Inter, poi, lo rese assai inviso alla tifoseria bianconera: "Erano 17 anni che l’Inter non vinceva il campionato e mi dissi: se vado all’Inter e vinco faccio la storia della squadra. In quel match a Parma nell’ultima di campionato avevo un problema al ginocchio ma entrai e fui decisivo con due goal", rivela ancora.

L’ultima esperienza nel Bel Paese, fu quella con la maglia del Milan: "Quando abbiamo vinto il titolo, ricordo Galliani che entra nel nostro spogliatoio con in mano la maglia dell’Inter con lo Scudetto e lo scuce davanti a noi dicendo: Adesso questo è nostro".

ibrahimovic napoli

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail