Pneumatici bicicletta: a quale pressione gonfiare le gomme?

Tante le variabili, dal peso corporeo alla grandezza degli pneumatici, dalle condizioni del terreno a quelle meteorologiche

bicycle-tires-236937_640.jpg

Il gonfiaggio delle gomme della bicicletta è un aspetto soggetto a una relativizzazione che deve tenere conto di quattro fattori: 1) il peso corporeo del ciclista, 2) la grandezza degli pneumatici (e il tipo di bicicletta), 3) le condizioni del terreno, 4) le condizioni meteo.

Il sito Michelin risponde in maniera piuttosto esauriente con tre tabelle in cui la pressione con cui gonfiare le camere d’aria è relazionata al peso corporeo.

In questo articolo parliamo di copertoncini e non di tubolari. Un ciclista su strada che pesa 50 kg potrà tenere le gomme a 6 atmosfere, mentre un over 80 kg dovrà portarle a 8 bar.

pressione-bici-corsa.jpg
Nella mountain bike le gomme sono molto più larghe e, quindi, a 50 kg di peso corporeo corrisponde una pressione di 1,7 bar, a un peso di 70 kg una pressione di 2,1 bar e a un peso di 90 kg una pressione di 2,7 bar.

pressione-mtb.jpg
Diverso è il discorso per ciò che riguarda le bici da città o da trekking.

pressione-trek-city-2.jpg
A condizionare la pressione delle gomme sono anche le condizioni del terreno. Se, per esempio, sono previsti tratti di sterrato in una gara su strada (pensiamo a una gara come l’Eroica o al transito sul Colle delle Finestre) può essere utile ridurre la pressione di mezzo bar. Stesso discorso in caso di pioggia: uno penumatico meno gonfio garantisce una migliore tenuta sull’asfalto.

Ultima annotazione è quella relativa alla sezione degli pneumatici: la pressione di 8 bar per un copertoncino da 23 mm andrà diminuita nel caso si utilizzi un copertoncino con 25 mm di sezione.

Un gonfiaggio adeguato non consente solamente di ottimizzare lo sforzo, ma garantisce una vita più lunga delle ruote che possono essere danneggiate da un gonfiaggio troppo basso.

Via | Michelin

  • shares
  • Mail