Tacconi sicuro: "Donnarumma è già della Juve"

L’ex numero uno della Juventus a TMW Radio

Stefano Tacconi, 254 presente con la maglia della Juventus, è stato intervistato da TMW Radio a ridosso del sorteggio dei quarti di Champions League. I campioni d’Italia se la vedranno con il Barcellona e sarà nuovamente Suarez contro Chiellini: “Bisogna togliergli la dentiera (ride, ndr). Messi? È normale che faccia fatica in certi contesti, perché viene marcato a dovere. Ma bisogna fermare anche gli altri, non è il Barcellona di due anni fa ma bisogna stare attenti”.

In queste settimane la Juventus è stata letteralmente travolta dalle polemiche: prima l’Inter, poi il Napoli e infine il Milan, tutti contro i bianconeri. “Sono d’accordo con Boskov - continua Tacconi - , ‘rigore è quando arbitro fischia’. Le polemiche nei riguardi della Juve sono queste, il problema è che psicologicamente sta distruggendo tutti. Ne vanno fieri e godono. Quando ero alla Juve, ricordo che si sperava di avere un rigore al 90′ così il giorno dopo ne parlavano tutti. I bianconeri sono micidiali, dopo il 2006 c’è un odio contro tutti e lo stanno dimostrando adesso. È normale che una squadra che vince sia odiata, il 50% è juventino e l’altra metà odia la Juve”.

donnarumma juventus tacconi

Poi, una vera e propria bomba di mercato: Gianluigi Donnarumma sarà l’erede di Gigi Buffon tra i pali della Juventus. “Lui è già della Juve, non lo sa nessuno ma è già bianconero. Ha baciato la maglia del Milan? Ma cosa se ne frega di quella maglia. Oggi c’è il dio denaro, comandano i soldi. Raiola fa spesso i bagagli, quando decide chiude la valigia e dice ‘andiamo’. Donnarumma firmerà il rinnovo, ma i contratti non contano più nulla”, conclude.

Insomma, una dichiarazione che va controcorrente rispetto alle ultime indiscrezioni dei media, considerato che in molti sostengono che dopo quanto accaduto nel finale di Juve-Milan, ormai non ci sia più niente da fare per Donnarumma alla Juve. Il portiere rossonero non le ha mandate a dire: “Sempre con loro, sempre con loro”, ha detto facendo riferimento ai presunti aiuti arbitrali a favore della Juventus. A quanto pare, però, secondo Tacconi, alla fine deciderà Mino Raiola, che dopo l’affare Pogba avrebbe un “debito” nei confronti della dirigenza bianconera.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail