Minacce all'arbitro Massa dopo Juve-Milan

Una telefonata e una lettera anonima per il fischietto della sezione di Imperia

Dopo Juventus-Milan, l’arbitro Davide Massa della sezione di Imperia, è stato vittima di minacce. Le stesse si sarebbero consumate tramite una telefonata e una lettera anonima. Secondo quanto riferisce oggi il quotidiano ‘La Stampa’, si tratterebbe di intimidazioni “precise e circostanziate”, che confermerebbero come chi le ha messe in atto, conoscerebbe bene il contesto familiare e lavorativo del direttore di gara ligure.

Della questione se ne sta occupando ora la Digos della Questura di Imperia, che ha ricevuto regolare denuncia da parte della vittima. La lettera ricevuta da Massa è stata sequestrata ed analizzata per l’individuazione di eventuali impronte digitali e Dna. Sia la missiva, sia la telefonata anonima, intimano al fischietto di stare molto attendo, utilizzando toni evidentemente intimidatori.

Il contenuto rimane top secret, ma la questione potrebbe finire davanti al Comitato sicurezza e ordine pubblico della prefettura e non è da escludere che per Massa scatti un’attività di protezione.

arbitro massa

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail