Settimana Coppi e Bartali 2017: vittoria di Skujiņš nella seconda giornata

Il lettone ha vinto davanti a Jeannesson e Busato.

Toms Skujiņš della Cannondale Drapac ha vinto la tappa della seconda giornata della Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2017, con arrivo a Sogliano sul Rubicone, Il lettone ha tagliato il traguardo con una trentina di metri di vantaggio sul francese Arnold Jeannesson e Matteo Busato della che facevano parte con lui di un gruppo di contrattaccanti che ha ripreso un altro gruppetto di battistrada nell’ultimo chilometro.

La tappa odierna di 130 km chilometri è partita da Riccione ed è stata interessante soprattutto nella seconda parte, con il percorso di Ville di Monte Tiffi caratterizzato dalla salita omonima da affrontare tre volte, l’ultima a soli 8 km dal traguardo.

Gli attacchi in testa al gruppo sono cominciati appena si è abbassata la bandierina del via. La fuga di giornata è stata animata da Massimo Rosa della selezione italiana, Julen Amezqueta della Wilier Selle Italia, Giacomo Berlato della Nippo-Vini Fantini, Jon Irisarri della Caja Rural, Brice Feillu della Fortuneo Vital Concept, Michele Scartezzini della Sangemini MGKvis e Didier Santosque della Bicicletas Strongman. Il loro vantaggio massimo è stato di 3’ 20”, ma Berlato è rimasto indietro in salita ed è stato ripreso dal gruppo prima della metà della gara, poco dopo, sulla prima ascesa di Ville di Monte Tiffi, è toccato anche a Scartezzini e Rosa, mentre Feillu ha allungato ed è rimasto in testa da solo mentre gli altri battistrada venivano man mano ripresi.

Sul successivo passaggio sul gpm di Ville di Monte Tiffi Feillu è stato prima ripresa da Danilo Celano della Amore&Vita e poi dal gruppo che subito dopo si è ricompattato. A questo punto hanno allungato Mattia Cattaneo della Androni-Sidermec e David Lopez del Team Sky, che hanno guadagnato una ventina di secondi sul gruppo, composto da una cinquantina di corridori, ma poco dopo la fine della discesa sono stati raggiunti.

Sull’ultima salita di Ville di Monte Tiffi hanno attaccato Egan Arley Bernal e Rodolfo Andres Torres della Androni e Jaime Roson della Caja Rural, che sono stati poi raggiunti prima da Celano e poi da Kirill Pozdnyakov Synergy Baku Cycling Project, che ha anche provato a staccarli di una decina di secondi, ma poi si è arreso.

A 4 km dall’arrivo in testa c’erano Bernal, Torres, Roson, Celano e Pozdnyakov con pochi secondi di vantaggio su un gruppetto di primi inseguitori composto da Arnold Jeannesson ed Eduardo Sepulveda della Fortuneo-Vital Concept, Busato e Skujiņš. Nell’ultimo chilometro i due gruppi di attaccanti e contrattaccanti si sono ricongiunti poi, sulla rampa finale, Skujiņš ha attaccato staccando tutti e tagliando il traguardo per primo.

Questi i primi cinque oggi al traguardo:
1) Toms Skujiņš (Cannondale Drapac) 3h 31’ 26”
2) Arnold Jeannesson (Fortuneo-Vital Concept) +7”
3) Matteo Busato (Wilier Triestina) +7”
4) Jaime Roson (Caja Rural-Seguros RGA) +7”
5) Eduardo Sepulveda (Fortuneo-Vital Concept) +7”

In classifica generale ora Skujiņš è primo davanti a Calmejeane della Direct Energie (+16”) e Bernal dell’Androni-Sidermec (+17”).

Settimana Coppi e Bartali 2017 vittoria di Toms Skujins

Foto ⓒ Cannondale-Drapac

  • shares
  • Mail