Italia-Albania: ultras ospiti fanno fermare la partita, De Biasi pensa a dimissioni

Per la federazione albanese in arrivo multa e squalifica?

Italia-Albania, gara valida per le qualificazioni ai Mondiali di Russia 2018 è stata vinta dagli azzurri con il punteggio di 2-0. Le reti portano la firma di Daniele De Rossi su rigore e Ciro Immobile. Al 13’ della ripresa, però, c’è stato un pessimo fuori programma: ultras albanesi hanno cominciato a lanciare petardi e fumogeni, costringendo l'arbitro sloveno Vincic a sospendere la sfida per circa otto minuti.

Per fortuna nessuno si è fatto male: solo uno steward che si trovava nel settore della Tribuna Montepellegrino inferiore ha lamentato in ospedale un leggero stato confusionale per un petardo esplosogli a pochi passi. La gara è ripresa poi regolarmente, procedendo senza intoppi fino al 90’, ma ora per la federazione albanese arriveranno provvedimenti. La Fifa con ogni probabilità comminerà una multa, ma non sono da escludere pene più severe come una squalifica del campo.

Assai amareggiato il commissario tecnico dell’Albania, l’italiano Gianni De Biasi, che al termine del match ha lasciato intendere di poter lasciare: "Mi è dispiaciuto molto per il lancio dei fumogeni - ha detto - . Ho visto un'altra realtà che non avevo visto in questi cinque anni. Colpito e addolorato per quanto ho visto, mi dispiace davvero. Ipotesi dimissioni? No, ancora è presto, facciamo passare questa notte, poi parlerò con il presidente".

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail