Settimana Coppi e Bartali 2017: a Crevalcore vince Boudat, Skujiņš resta leader

Il resoconto della terza e penultima tappa.

Il francese Thomas Boudat della Direct Energie ha vinto la tappa di Crevalcore della terza giornata della Settimana Internazionale Coppi e Bartali. Il transalpino si è imposto nella volata finale (di un gruppo ristretto rimasto in fuga negli ultimi giri del circuito) davanti al polacco Alan Banaszek della CCC Sprandi Polkowice e all’australiano William Clarke della Cannondale-Drapac. Toms Skujiņš (Cannondale-Drapac), vincitore della tappa di ieri, oggi è arrivato quinto e ha così difeso la sua maglia di leader della corsa.

La tappa odierna, lunga 171,4 km, ha visto partire al km 8 una fuga animata da Davide Ballerini dell’Androni Sidermec, Josu Zabala della Caja Rural e Niccolò Salvietti della Sangemini MGKVis. Quest’ultimo è stato il primo a transitare al traguardo volante e intanto Dani Viejo della Unieuro Trevigiani ha provato a staccarsi dal gruppo per raggiungere i fuggitivi che avevano già quasi un minuto di vantaggio, ma non ce l’ha fatta. Al secondo, terzo e quarto sprint intermedio si è imposto Ballerini, mentre il quinto e ultimo ha visto transitare per primo Zabala.

Il vantaggio massimo dei tre fuggitivi è stato di poco meno di quattro minuti. Il gruppo ha abbassato il gap a 1’ 58” a otto giri dalla fine, poi ha decelerato un po’ per non riprendere la fuga troppo presto. Giro dopo giro il gruppo si è diviso in tanti gruppetti e a poco più di quattro giri dal termine si è formato un gruppo di testa di ben 23 corridori, ossia i primi tre battistrada più il primo gruppo inseguitore di venti unità. Più indietro, a un minuto e mezzo di ritardo, un gruppo guidato dalla Wilier Triestina dal quale ha provato a evadere da solo, ma senza successo, Elia Viviani del Team Sky.

Il gruppo inseguitore è riuscito a ridurre il gap, mentre il gruppo di testa ha perso Zabala e Kenny Elissonde del Team Sky, che hanno volutamente deciso di rialzarsi. All’inizio del penultimo giro il distacco era di 32” tra i due gruppi e a questo punto è stato il Team Sky a prendere il comando del plotoncino inseguitore. Questo aumento di ritmo ha fatto precipitare le speranze del terzo gruppetto, quello degli uomini della Wilier Triestina, che hanno accumulato un ritardo di tre minuti e mezzo.

A 10 km dal termine il gruppo di testa aveva mezzo minuto di vantaggio sugli inseguitori ed era composto da 19 uomini, perché alcuni gregari, dopo aver trainato tutti, si sono poi staccati. Il secondo gruppo non è riuscito a ricucire il gap e così la tappa si è risolta con la volata vinta da Boudat.

Boudat vince la terza tappa della Settimana Coppi e Bartali 2017

Questi i primi dieci al traguardo della tappa di oggi:
1) Thomas Boudat (Direct Energie)
2) Alan Banaszek (CCC Sprandi Polkowice)
3) William Clarke (Cannondale-Drapac)
4) Armindo Fonseca (Fortuneo-Vital Concept)
5) Toms Skujiņš (Cannondale Drapac)
6) Maxime Bouet (Fortuneo-Vital Concept)
7) Stanislau Bazhkou (Minsk Cycling Club)
8) Justin Oien (Caka Rural-Seguros RGA)
9) Niccolò Salvietti (Sangemini-MGKvis)
10) Lilian Calmejane (Direct Energie)

Foto ⓒ Direct Energie

  • shares
  • Mail