Settimana Coppi e Bartali 2017: Calmejane si prende l’ultima tappa e la generale

Sul podio finale anche Toms Skujiņš e Jaime Roson.

Lilian Calmejane si è ripreso la leadership nella Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2017 proprio nell’ultima giornata, conquistando la frazione conclusiva da Fiorano Modenese a Sassuolo.

Il francese della Direct Energie era stato leader dopo la prima giornata grazie al secondo posto nella prima semitappa e alla buona prestazione nella cronosquadre (era nella formazione piazzatasi alt terzo posto). Il giorno dopo, pur avendo ceduto la maglia a Toms Skujiņš della Cannondale-Drapac, era rimasto sempre vicinissimo al lettone e così oggi, trionfando, nella tappa, ha anche conquistato la classifica generale. Skujiņš deve dunque accontentarsi del secondo posto, mentre al terzo si piazza Jaime Roson della Caja Rural.

Per quanto riguarda la tappa odierna, è stata avvincente fin dalle prime battute, il gruppo ha risposto a ogni attacco, anche se si è via via assottigliato. Solo dopo più di 60 km dal via si formata una fuga composta da Iuri Filosi della Nippo-Vini Fantini, Aristobulo Cala Cala della Biciletas Strongman, Reinardt Janse Van Rensburg della Dimension Data, Danilo Celano della Amore & Vita, Federico Canuti della D’Amico-Utensilnord e Maximilian Kuen della Tirol Cycling Team.

Kuen e Canuti sono rimasti indietro sulla salita di Valico di Fazzano, mentre Alexander Foliforov della Gazprom-RusVelo e Brice Feillu della Fortuneo-Vital Concept sono riusciti a raggiugnere i corridori in testa, ma a 50 km dal termine, soprattutto grazie al gran lavoro della Androni-Sidermec, tutti i fuggitivi sono stati ripresi.

È partito allora un altro attacco da parte di Merhawi Kudus della Dimension Data, cui si è aggiunto l’incorreggibile Celano e, dopo qualche chilometro, anche l’altro inarrestabile Filosi, ma prima dell’ultima ascesa del Valico di Fazzano sono stati ripresi. A questo punto, prima dello scollinamento, è arrivato l’attacco di Calmejane che si è portato via un gruppetto un discesa, ma è stato lui a regolare tutti nello sprint finale a ranghi ridotti.

Calmejane si è aggiudicato anche la classifica a punti ed è terzo in quella del re della montagna dietro a Celano e Feillu, mentre il miglior giovane è Egan Arley Bernal dell’Androni-Giocattoli. Il miglior italiano è Nicola Garuffini della Sangemini-MGKVis, oggi quinto, che nella generale ha chiuso al decimo posto.
Ricordiamo che Calmejane quest’anno ha vinto anche la classifica degli scalatori alla Parigi-Nizza.

Calmejane ha vinto la Settimana Coppi e Bartali 2017

Questi i primi dieci al traguardo dell’ultima tappa, tutti con lo stesso tempo:
1) Lilian Calmejane (Direct Energie) 3h 44’ 32”
2) Rodolfo Torres (Androni-Sidermec)
3) Florian Vachon (Fortuneo-Vital Concept)
4) Matteo Busato (Wilier-Selle Italia)
5) Nicola Gaffurini (Sangemini-MGKVis)
6) Jaime Roson (Caja Rural-RGA)
7) Kirill Pozdnyakov (Synergy Baku Cycling Project)
8) Mattia Cattaneo (Androni-Giocattoli)
9) Egan Arley Bernal (Androni-Giocattoli)
10) Ian Boswell (Team Sky)

E questi i primi dieci della classifica finale della Settimana Internazionale Coppi e Bartali 2017:
1) Lilian Calmejane (Direct Energie) 13h 37’ 51”
2) Toms Skujiņš (Cannondale-Drapac) +16”
3) Jaime Roson (Caja Rural-RGA) +31”
4) Egan Arley Bernal (Androni-Giocattoli) +48”
5) Rodolfo Torres (Androni-Giocattoli) +49”
6) Ian Boswell (Team Sky) +1’ 04”
7) Florian Vichot (Fortuneo-Vital Concept) +1’ 29”
8) Romain Sicard (Direct Energie) +1’ 37”
9) Kirill Pozdnyakov (Synergy Baku Cycling Project) +1’ 54”
10) Nicola Garuffini (Sangemini-MGKVis) +2’ 04”

  • shares
  • Mail